«Aggrediti dai fascisti». Maxirissa in un concerto a Ciampino

0
48

Cinque feriti in ospedale per traumi facciali, contusioni ed escoriazioni. E' il bilancio di una maxi-rissa scoppiata ieri sera durante il concerto dei Dropkick Murphys all'Orion di Ciampino. Per alcuni testimoni si è trattato di "un'aggressione fascista".

"Un gruppo di alcune decine di fascisti si è introdotto all’interno del locale compattandosi sotto il palco – si legge su alcuni post pubblicati sulla pagina Facebook dell'Orion -. Lo sventolio di una bandiera di Casapound e l’atteggiamento intimidatorio sono stati accolti dai fischi del pubblico presente Sono stati intonati cori «Duce Duce» e «Zippo libero»”. Il concerto sarebbe stato interrotto dopo appena tre pezzi.

"Ci scusiamo con il pubblico presente per quanto accaduto questa sera – ha scritto sulla pagina Facebook il club, poco dopo l'accaduto – siamo stati vittime di un'aggressione da parte di persone evidentemente poco interessate al messaggio che noi proponiamo,che con la forza e non curanti della presenza delle forze dell'ordine prontamente avvisate, si sono introdotte contro la nostra volonta all'interno del locale, aggredendo alcune persone del pubblico".

Al momento, a quanto si è appreso, sono due gli arrestati e quattro i denunciati. Gli arresti sarebbero scattati per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Al vaglio anche la posizione di altre persone che potrebbero essere state coinvolte. Sul posto gli agenti del commissariato Marino. A quanto ricostruito finora dagli investigatori, i circa 50 ragazzi di Casapound erano entrati nel club muniti di biglietti per il concerto.