«No all’autostrada a Tor De’ Cenci»

0
65

Cittadini contro la bretella autostradale a pedaggio tra la A12 e Tor De' Cenci. Continua la battaglia del comitato "No Corridoio Roma Latina" che da anni cerca di difendere la qualità della vita nel territorio del municipio XII.

Dopo l'assemblea molto partecipata che si è tenuta lo scorso lunedì per illustrare il progetto dell'autostrada che secondo il comitato «Dovrebbe essere costruita all'interno del parco Regionale Decima Malafede», gli abitanti riuniti nel movimento hanno annunciato una nuova mobilitazione per il 20 giugno sotto il ministero delle Infrastrutture. Durante l’incontro è stata mostrata la cartografia e sono stati illustrati tutti i particolari del progetto, grazie a dei materiali recuperati dal gruppo regionale dei Verdi e messi a disposizione del comitato. «Dobbiamo impedire le devastanti conseguenze del progetto su abitazioni, aree verdi protette e soprattutto sulla viabilità» spiega il portavoce del comitato Gualtiero Alunni «La strada andrebbe a portare altro smog e traffico nel quadrante che da Tor De' Cenci passa per La Luisa, Mezzocamino e Tre Pini arrivando fino a Vitinia, congestionando ulteriormente la circolazione».

La difesa dell'ambiente e del valore immobiliare delle proprie abitazioni le altre questioni poste dai cittadini. «Andranno distrutti due siti di importanza comunitaria, tre aree archeologiche e due riserve naturali» spiega Alunni che aggiunge: «Molti residenti hanno comprato le case in questa zona forti della convenzione firmata col Comune che prevedeva circa 10 ettari di parco archeologico pubblico». Gli abitanti hanno trovato l'appoggio del centrosinistra del Municipio XII che ha richiesto sulla questione un Consiglio straordinario e, in Regione, di Federazione della Sinistra e Verdi che hanno presentato una mozione. I residenti hanno le idee chiare anche sulle opere utili per il territorio. «Proponiamo da tempo la costruzione di una "metropolitana leggera" che dal capolinea Laurentina arrivi fino a Pomezia». La battaglia si combatte anche sul fronte dei costi «La spesa è di 500 milioni di euro per la sola tratta A12-Tor de Cenci ai quali andranno aggiunti gli ulteriori fondi per la Roma- Latina pari a 2.720 milioni di euro», dice il portavoce secondo cui le risorse andrebbero dirottate per migliorare i servizi già esistenti. «Chiediamo da anni l'adeguamento in sicurezza della pericolosissima via Pontina e il raddoppio della ferrovia Nettuno Campo Leone». E il 20 giugno alle 14 lo ribadiranno con forza sotto le finestre del ministro in piazzale Porta Pia. 

Elena Amadori