Cassonetti stracolmi di immondizia: è emergenza

0
24

Linea dura del sindaco di Pomezia Enrico De Fusco nei confronti della società che ha in gestione l’appalto di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Da qualche giorno il servizio non veniva effettuato in maniera soddisfacente e molte zone apparivano piene di rifiuti, con cassonetti strabordanti e strade invase dai sacchetti di spazzatura.

Stessa scena nelle zone in cui insiste la raccolta porta a porta: per la differenziata era nuovamente saltato il calendario, e varie tipologie di rifiuti, come la carta e la plastica, non venivano raccolti. Ma ieri mattina il Primo Cittadino ha detto basta e, in accordo con l’assessore all’Ambiente Pietro Toce, “constatata da diversi giorni l’irregolarità del servizio di rimozione dei rifiuti solidi urbani sull’intero territorio comunale ed il permanere di rifiuti all’interno dei contenitori e soprattutto all’esterno con gravi rischi per l’igiene e la salute pubblica”, ha inviato una diffida al CNS Aimeri, società appaltatrice del servizio, affinché provveda immediatamente alla regolarizzazione del servizio. «Qualora entro 24 ore – ha dichiarato De Fusco – la società non abbia provveduto al regolare ripristino del servizio mediante lo svuotamento di tutti i contenitori, nonché la rimozione dei rifiuti a terra intorno agli stessi, emanerò un’apposita ordinanza ai fini dell’affidamento, in via d’urgenza, ad un’altra impresa in affiancamento per il servizio di raccolta dei rifiuti fino ad avvenuta normalizzazione dello stesso. Un intervento che, nei termini del contratto, verrà addebitato alla società stessa».

Il contratto con le società CNS Aimeri e Formula Ambiente scadrà in ogni caso alla fine di questo mese, anche se, ad oggi, ancora nessun bando è stato pubblicato per l’affidamento del servizio a partire dal 1° Luglio. Tutto lascia quindi pensare ad una proroga alle due società, nonostante i numerosi e ripetuti problemi avuti soprattutto nel corso dell’ultimo anno, con l’emergenza rifiuti divenuta ormai normalità.

Maria Corrao