Discariche, l’ultima chance

0
67

Passano i giorni e si moltiplicano le ipotesi sulla discarica per il dopo Malagrotta. Solo fino a tre mesi fa eravamo rimasti circoscritti alla lista dei sette siti indicati dalla Regione. E in effetti da lì sono partiti prima il prefetto Pecoraro e poi il neo incaricato Sottile. Ma come succede per tutti i "commissariamenti" in Italia, si sa che alla fine è la politica a decidere, anche se per vie traverse, che siano petizioni, mozioni o proteste in piazza.

Oggi il mosaico così variegato (e anche un po' confuso) disegnato dalla Regione sul fronte discariche è stato smontato pezzo per pezzo. L'elenco si è ridotto prima a quattro (Quadro Alto, Pian dell'Olmo, Corcolle e Pizzo del Prete). E ora sembra essere passato (almeno formalmente) a due (Quadro Alto e Pizzo del Prete). Il condizionale però è addirittura "scontato". Già, perchè di decisioni concrete e ufficiali non ne sono mai state prese. La cronaca della lunga telenovela per il dopo Malagrotta corre sulle pagine di giornali e si arricchisce ogni giorno di indiscrezioni, studi (fantomatici o attendibili) e polemiche. Un'infinità di polemiche. Alla fine, come ha confermato ieri la stessa presidente Renata Polverini «tutto è stato rimesso in discussione». Tanto che anche il sito vicino a Villa Adriana potrebbe rientrare, "perchè no", tra le ipotesi in considerazione. «Tecnicamente – ha detto la Polverini – quello era il sito migliore. Villa Adriana è a due chilometri e mezzo e l'Unesco dice che sono 700 metri. Ma sapete cosa stanno edificando proprio li, a 700 metri? Un insediamento urbanistico, approvato dal Comune di Tivoli con migliaia di metri cubi di cemento». Il solito orgoglio della presidente con i pantalloni, direbbe qualcuno, perchè in fondo, come dice lei stessa, «io la faccia ce l'ho messa». «Il governo parla, il Comune straparla e la Regione paga – aggiunge. E ha pagato un prezzo che io non voglio dire. È ora di cominciare a dire la verità. Noi siamo l'ente pagatore. Nei prossimi giorni ci sara' un chiarimento interistituzionale tra coloro che sono impegnati nella risoluzione di questo problema».

La Regione parte dal no a Pizzo del Prete (annunciato dalla stessa Polverini) e a Pian dell'Olmo, scelte invece condivise da Campidoglio, Provincia, ministero e commissario. Per uscire dallo scontro la commissione Ambiente alla Pisana nei giorni scorsi si è espressa favorevolmente anche al ricorso agli "outsidser", gli altri siti fuori dalla lista, con riferimento, anzitutto, alle aree militari e alle 12 cave indicate recentemente dalla Provincia. Ipotesi questa però scartata (per ora) dal commissario Sottile. «Io sono tenuto a prendere in considerazione prioritariamente i siti indicati dalla Regione – ha detto il prefetto con riferimento a Pizzo del Prete. Quindi, dato che quella è un'area che è stata segnalata, io la devo prendere in considerazione come le altre sei». Sottile si dice invece favorevole (e questa è ad oggi l'unica proposta del commissario) al trasferimento all'estero. «Non escludo che si possa fare ricorso anche al trasferimento dei rifiuti all'estero, a costi contenuti – ha detto Sottile. Ho parlato con il vicesindaco di Napoli, Sodano, e mi ha detto che da loro funziona bene». Una soluzione, questa sì, che accontenterebbe i cittadini, ma che vedrebbe gettare un pesante fardello sugli amministratori locali, che alla fine ne uscirebbero “sconfitti”. «Una via inaccettabile» per il sindaco di Roma, che parte da un unico concetto: i rifiuti devono restare fuori Roma. Un film già visto» per l'ex commissario Pecoraro, interpellato ieri dalle agenzie. Con un finale però ancora tutto da scrivere.

Carmine Seta

È SUCCESSO OGGI...

Rubano auto e rivendono i pezzi in tempi record

Tempi da pit-stop per due giovani romani che si erano specializzati nello smontare in pochi minuti auto rubate di piccola e media cilindrata. Alcuni giorni di indagini a cura degli investigatori della squadra di polizia giudiziaria della...

Circondano una turista e le rubano il portafogli: fermata una baby gang

Hanno pazientemente seguito gli spostamenti della loro vittima designata, una turista giapponese di 30 anni, che stava ammirando il Colosseo da largo Agnese e, giunto il momento propizio, l'hanno letteralmente circondata e presa d'assalto...
Controlli dei Carabinieri

Roma, arrestato rapinatore di farmacie e supermarket

Arrestato un 38enne romano ritenuto responsabile di quattro rapine a mano armata ai danni di esercizi commerciali e farmacie del quartiere Alessandrino avvenute tra i mesi di agosto ed ottobre 2016. I carabinieri della...

Calciomercato Lazio, contatto con l’Atalanta per Gomez

La Lazio insiste con l'Atalanta per Alejandro Gomez. "El Papu", tra i migliori attaccanti del campionato nella stagione appena conclusa, è stato recentemente blindato dalla società bergamasca ("è incedibile, stiamo lavorando per il rinnovo e...

Calciomercato Roma, addio Manolas: va allo Zenit San Pietroburgo. Ecco i dettagli

Dopo Salah, la seconda cessione illustre della Roma è quella di Kostas Manolas. Il difensore giallorosso sta per trasferirsi allo Zenit San Pietroburgo del neo tecnico Roberto Mancini, che lo ha voluto fortemente per la prossima stagione. Come riportato da...