Corteo Fiom, partito da piazza della Repubblica: cori contro Monti e Fornero

0
78

È partito da piazza della Repubblica, il corteo della Fiom, nell'ambito della tre giorni di mobilitazione indetta dal sindacato contro il disegno di legge sul mercato del lavoro in discussione in Parlamento, per la difesa dell'articolo 18 e per il rispetto dei diritti degli esodati.

In piazza bandiere rosse della Fiom, della Cgil e di Rifondazione Comunista, e striscioni come "Siamo la Fiom, la storia che non si arrende", "Il lavoro è un bene comune", "Giù le mani dai diritti". Qualcuno al megafono ha intonato "Bella ciao", ma anche cori contro il premier Mario Monti, il ministro Elsa Fornero e i segretari di partito Angelino Alfano, Pierluigi Bersani e Pierferdinando Casini. In coda al corteo sono stati accesi fumogeni rossi.

Da piazza Esedra, percorrendo via Vittorio Emanuele Orlando, piazza Sallustiana e via San Basilio, il corteo ha raggiunto e occupato l’intera via Molise, sede del ministero dello Sviluppo Economico. I manifestanti, soffiando forte nei loro fischietti, hanno urlato "vergogna, vergogna". "Abbiamo deciso di andare sotto i palazzi – hanno detto al megafono -: ora siamo sotto il ministero dello Sviluppo Economico, poi cercheremo di raggiungere il ministero del Lavoro e infine Montecitorio".

Poi, dopo aver sostato alcuni minuti sotto il ministero dello Sviluppo Economico, il corteo ha raggiunto il ministero del Lavoro, in via Veneto. Le camionette della polizia sbarrano i due lati della via, sia in direzione di piazza Barberini che di Corso Italia, mentre una quindicina di poliziotti presidiano l'ingresso del ministero, protetto dalle transenne. Sono stati accesi un paio di fumogeni rossi. Il camioncino trasmette "Bella ciao", c'é chi canta e chi soffia nei fischietti. "Allora, glielo diciamo che non ci piace questa riforma? – dicono al megafono – glielo diciamo che non va bene?".

È SUCCESSO OGGI...

Comune di Artena, via da Lazio Ambiente: arriva nuovo gestore

Attraverso una nota diramata nella giornata di ieri, l’Amministrazione – nella veste del sindaco Felicetto Angelini – ha ufficializzato la fine della collaborazione tra il Comune e Lazio Ambiente, annunciando l’arrivo di una nuova...

Siccità, sindaci del Lago in presidio fuori dal Campidoglio durante il vertice Acea

I sindaci del lago di Bracciano aspetteranno fuori dal Campidoglio, fasce tricolore indosso, l'esito dell'incontro convocato dalla sindaca Raggi con Acea e Regione Lazio questo pomeriggio per trovare una soluzione al problema acqua e...

Roma, violentissima rissa tra stranieri con cocci di bottiglia e coltelli

I Carabinieri della Stazione di Roma Piazza Dante, in servizio di Stazione Mobile, impiegati per contrastare ogni forma illegalità e degrado nella zona di piazza Vittorio, hanno arrestato tre cittadini stranieri - un pakistano,...

Via di Portonaccio e multe sulla preferenziale, Codici: «11 milioni nelle casse del Comune...

«Via di Portonaccio che dal 2 maggio 2017, si è trasformata in corsia preferenziale verso Via Tiburtina, con telecamere di sorveglianza attive 24 ore su 24, si sta rivelando una vera e propria croce...
Bimba morta cosenza

Tragico incidente vicino Roma: muoiono padre e figlio di soli 5 anni

Tragico scontro avvenuto lo scorso pomeriggio sulla 156 dei Monti Lepini, all'altezza del chilometro 18, nel territorio di Prossedi, al confine con Giuliano di Roma. A perdere la vita padre e figlio di 5 anni. Sul...