Roma insicura, ventenne aggredito e violentato

0
30

Prima è stato aggredito con una bottiglia di vetro rotta, poi stuprato. La vittima è uno studente di venti anni, che era ha cercato inutilmente di ribellarsi al malvivente, un romeno di 36anni, arrestato recentemente per atti osceni.

L’episodio è accaduto nella tarda serata di mercoledì nella zona dell’Ardeatino. Il giovane è stato sottomesso dall'enorme mole del suo aggressore visibilmente ubriaco. Dopo diversi tentativi, il giovane, approfittando di un momento di distrazione, è riuscito a scappare. Immediatamente ha avvertito il 113. In breve una pattuglia del commissariato Tor Carbone, diretto da Laura Vilardo, è giunta sul posto. Al loro arrivo, i poliziotti sono stati avvicinati dalla vittima, che ancora in stato di shock, è riuscito comunque ad indicare la direzione in cui il suo aggressore si era diretto. Gli agenti hanno pertanto iniziato le sue ricerche, rintracciandolo in una via adiacente.

Visibilmente alterato per l’abuso di sostanze alcoliche, alla vista della Polizia ha opposto resistenza, ingaggiando una colluttazione con i poliziotti. Bloccato con non poca difficoltà, è stato poi condotto presso gli uffici del commissariato Tor Carbone. Identificato per Ivanov Marian, nato in Romania nel 1976, era stato recentemente arrestato per atti osceni. Al termine degli accertamenti è stato arrestato per violenza sessuale aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.