Torna l’autovelox sulle strade locali

0
28

Dopo la sperimentazione del 2011, tornano attive le colonnine VelOk, gli autovelox “a campione” installati dall’Amministrazione locale in collaborazione con il progetto di sicurezza stradale “Noi Sicuri”.

I rilevatori di velocità, la cui sperimentazione era partita lo scorso anno e aveva interessato viale Jonio, via di Tor San Giovanni e via Mario Soldati, si allarga ad altre otto strade del Municipio: via Rapagnano, via Pian di Scò, via Comano, via De Santis, via delle Vigne Nuove, via Bufalotta, via Bragaglia e via Carmelo Bene.

Semplice il funzionamento della campagna: la polizia municipale sceglierà, a intervalli decisi dall’amministrazione, in quali colonnine posizionare i rilevatori di velocità, col doppio risultato di mantenere un deterrente fisso per gli automobilisti, che non sapranno quali saranno attive, e di procedere alla rilevazione delle infrazioni. La campagna è partita già dalla scorsa settimana ma le colonnine sono state posizionate solo in alcune delle strade interessate dal progetto. Una di queste è via Carmelo Bene, che collega il quartiere di Colle Salario al centro commerciale Porta di Roma. La strada, a due corsie per senso di marcia separate da cordoli in cemento, è in questi giorni nel mirino dell’amministrazione, visto che tutte le colonnine risultano attive e munite di rilevatore.

Non sfuggirà comunque, all’automobilista attento, una particolarità, è abbastanza agevole riconoscere quali siano quelli effettivamente “armati”: la parte superiore della colonnina attiva, infatti, presenta degli evidenti sensori rettangolari e degli obiettivi fotografici circolari. Intanto c’è già chi ha provveduto a far conoscere il proprio dissenso. Tre giorni fa, a via Carmelo Bene, un motociclista, incurante dello sguardo dei passanti, si è fermato nei pressi di un VelOk e lo ha divelto.

Vincenzo Nastasi