Sindacati in piazza per \”Il valore del lavoro\” Cgil-Cisl-Uil: \”Siamo oltre duecentomila\”

0
51

Riforma strutturale del fisco, sviluppo dell'occupazione, welfare che non deve essere considerato un costo ma una risorsa, meno tasse per lavoratori e pensionati, più risorse per l'occupazione e una svolta epocale nella lotta all'evasione fiscale. Questi i motivi al centro della manifestazione nazionale organizzata dai sindacati Cgil-Cisl e Uil, partita alle 9.30 da piazza della Repubblica e diretta in piazza del Popolo.

Ad aprire il corteo, che ha come slogan "Il valore del lavoro", in prima fila i tre segretari nazionali, Susanna Camusso (Cgil), Raffaele Bonanni (Cisl), Luigi Angeletti (Uil). Il corteo percorrera' via Emanuele Orlando, largo di Santa Susanna, via e piazza Barberini, via Sistina, piazza Trinità dei Monti e via Gabriele D’Annunzio. I. "Solo lavoro, vogliamo solo lavoro, solo lavoro, vogliamo solo lavoro". E' il coro di migliaia di lavoratori, precari, pensionati, provenienti da tutta Italia: dall'Emilia Romagna alla Sardegna, dal Piemonte alla Puglia.

Diversi gli striscioni, tra cui: "L'Italia e' una Repubblica fondata sul lavoro?", "Fornero-Terremoto: entrambi creano ansia e paura per il futuro", "Un operaio-una famiglia". "Siamo oltre 200mila", dicono gli organizzatori.