Focene “soffocata” dal parcheggio selvaggio. I residenti invocano la sosta oraria

0
38

Weekend di sole e di mare a Focene. Spiagge prese d’assalto da turisti, romani e appassionati di wind-surf, che hanno trovato tra le onde sollievo al grande caldo. Ma se per i visitatori il fine settimana appena trascorso ha rappresentato una piacevole parentesi dalla routine, per i residenti non è stato così. Per loro è stato il “delirio”. Si è infatti riproposto con drammaticità il “solito” problema della totale, cronica carenza di parcheggi.

Sono ormai anni che i cittadini, i comitati e i negozianti chiedono interventi concreti all’Amministrazione comunale di Fiumicino per risolvere quella che è diventata una vera e propria emergenza. In prima linea il Nuovo comitato cittadino di Focene che nei giorni scorsi ha incontrato l’assessore ai lavori pubblici, Antonio Prete, perché prenda provvedimenti e studi la possibilità di destinare dei fondi alla soluzione. I commercianti, dal canto loro, hanno lanciato l’idea di istituire la sosta oraria nella zona sud e nord del lungomare per evitare l’intasamento e dare un po’ di respiro alle imprese commerciali. L’idea arriva direttamente dagli esercenti che hanno lanciato l’sos.

Nicoletta Carmosino, storica edicolante della zona, dichiara: «La viabilità a Focene è quello che è, funziona poco e male. Ma soprattutto non c’è parcheggio. I turisti arrivano la mattina, si fermano, se ne vanno al mare e spostano la macchina a pomeriggio inoltrato. Non c’è ricambio. E a farne le spese siamo noi. In pochi si fermano in doppia fila e così i consumi calano ancora», sottolinea la negoziante. A sostegno della tariffazione a pagamento il capogruppo Udc, Angelo Caroccia, che ha portato la commissione Lavori pubblici sul posto per studiare la fattibilità dell’ipotesi e mettere sul tavolo altre proposte. «Sarebbe poi necessario mettere in cantiere altri due interventi: l’ampliamento dei marciapiedi lungo via dei Nautili e del sedime stradale all’incrocio con via delle Carenarie. E il proseguimento dell’illuminazione pubblica lungo tutto il tratto di via delle Carenarie».

Maria Grazia Stella