Il “Popolo di Roma” occupa l’ex Cinema Augustus

0
33

A poche centinaia di metri dall'occupazione culturale del teatro Valle, questa mattina un gruppo di attivisti del “Popolo di Roma”, movimento di estrema destra, ha occupato con un blitz lo storico ex Cinema Augustus in corso Vittorio Emanuele per trasformarlo in uno spazio sociale.

«Il nostro obiettivo – ha spiegato Giuliano Castellino, leader del movimento di estrema destra – è ridare vita all’Augustus e salvarlo dall’assalto del malaffare, della malapolitica e della speculazione. In questo periodo di crisi, dove tutto il mondo della cultura è duramente colpito da tagli è criminale che spazi come l’Augustus vengano lasciati morire, non vengano utilizzati e vengano svalorizzati, magari per svenderli a qualche Mc Donald’s, a qualche banca o qualche catena di una multinazionale».

«Ora – ha aggiunto Castellino – usciranno fuori fantomatici proprietari, progetti guarda un po’ fin’ora mai realizzati o investimenti futuri fin oggi mai visti… Noi non chiediamo soldi pubblici, né favoritismi, ma non accetteremo più la logica 'due pesi e due misure' e così come le amministrazioni finanziano, coccolano, aprono trattative, trovano accordi e tollerano decine e decine di occupazioni rosse, facciano lo stesso con chi vuole restituire cultura e socialità a tutta la città».