Umberto I, violenta e rapina una specializzanda: preso

0
41

Un venticinquenne pregiudicato è stato arrestato per il reato di violenza sessuale e rapina aggravata. L'uomo, un cittadino etiope irregolare sul territorio nazionale, è stato riconosciuto come l’autore della violenza sessuale e la rapina commesse, nella serata dello scorso 24 giugno, all’interno degli spogliatoi del Policlinico Umberto I, ai danni di una dottoressa specializzanda.

Il 25enne, dopo aver palpeggiato la giovane donna, ha tentato di sfilarle i pantaloni e non riuscendovi per la sua reazione si è impossessto del suo telefono cellulare I-phone e di un mazzo di chiavi. L’autore, sulla base della segnalazione di alcuni colleghi della vittima veniva rintracciato dall’autoradio del Commissariato San Lorenzo in Viale dell’Università 37. Nel corso della perquisizione l’indagato, che ha tentato di sottrarsi al controllo opponendo resistenza al personale intervenuto, è stato trovato in possesso oltre che del mazzo di chiavi sottratto alla vittima anche di materiale vario, tra cui due coltellini e due telefoni cellulari su cui verranno avviati accertamenti.

Inoltre la successiva perquisizione domiciliare effettuata in Via Cupa dove ha il posto letto, consentiva di sequestrare anche il telefono I-phone rapinato alla dottoressa. Il P.M. di turno Tiziana Cugini, titolare delle indagini, ha disposto che il fermato venisse associato presso la casa Circondariale di Roma Regina Coeli.