Grottaferrata, disservizi e file interminabili: l’assessore scrive alle Poste

0
30

Ancora una polemica sul servizio di un ufficio postale ai Castelli Romani. E' stata una prima parte del 2012 davvero difficile per Poste italiane: problemi e lamentele da parte degli utenti e dei lavoratori stessi si sono già verificate a Frascati (ufficio di Cocciano) e Pavona, ora è il turno di Grottaferrata dove la tirata d'orecchie per Poste è “d'autore”. Nel senso che a sottolineare il disagio da parte dei cittadini è direttamente l'assessore alle Attività produttive della cittadina criptense il quale ha comunicato che invierà una protesta formale alla direzione compartimentale delle Poste Italiane.

Il motivo? E' facilmente intuibile, ma Guerisoli non lascia spazio a interpretazioni. «Sono semplicemente inaccettabili – rimarca il delegato comunale – le disfunzioni del servizio prestato dall'ufficio postale situato in via Vecchia di Marino che costringe gli utenti a file interminabili con un servizio assolutamente indecoroso». L'affondo di Guerisoli non si limita alla sola sottolineatura di un servizio a suo modo di vedere scadente. «Poste italiane, evidentemente attratta dal business degli investimenti finanziari – dice l'assessore -, sacrifica un servizio fondamentale per i cittadini».

tipo