I precari del tribunale in piazza

0
78

Non si smorza la rabbia dei precari della Giustizia. Nei giorni scorsi i tirocinanti del tribunale di Velletri e di tutti gli altri uffici giudiziari di Roma e provincia (cinquecento in tutto) sono scesi nel piazzale del Consiglio regionale per chiedere un incontro urgente all'assessore alle politiche del Lavoro, Mariella Zezza.

«Un anno fa durante un'assemblea a Civitavecchia – esordisce il responsabile dell'Upg, Emiliano Viti – Zezza aveva affermato che i nostri tirocini presso gli uffici giudiziari si sarebbero trasformati presto in tirocini dei Cantieri Giustizia con la possibilità di vedere concretizzati i nostri sforzi. A fronte di questo invece abbiamo ricevuto a giugno una lettera dall'assessorato regionale al lavoro, in cui si comunicava – continua – che a settembre la nostra esperienza professionale non sarebbe stata rinnovata». Ecco spiegata dunque l'ennesima mobilitazione, volta a difendere un progetto di formazione apprezzato da tutti gli addetti ai lavori: dai funzionari ai presidenti di tribunale fino al semplice cittadino.

Un presidio disperato, che stavolta ha trovato la pronta risposta della stessa Zezza, che accompagnata da consiglieri regionali di maggioranza e opposizione ha voluto incontrare la delegazione dei precari: «L'assessore – evidenzia Viti – ha affermato la volontà di inviare una lettera al ministro della Giustizia Severino per chiedere l'apertura di un tavolo di trattativa con le parti preposte». Quello stesso tavolo che i 550 tirocinanti chiedono a gran voce da mesi e mesi ma che finora non è mai arrivato. Si spera adesso che la sollecitazione della Zezza abbia un suo peso istituzionale e induca il dicastero perlomeno a ragionare: «Per noi questo è un segnale importante e ci piacerebbe che la missiva dell'assessore partisse quanto prima, magari già questa settimana. Ripetiamo fino allo sfinimento: non capiamo perchè il ministro non vuole ascoltarci – tuonano infine dal sindacato -. Lo chiedono perfino i presidenti di tribunale e della corte d'appello, gli enti locali e le forze politiche».

Marco Montini

È SUCCESSO OGGI...

Minacciata con un avvitabulloni sulla Nettunense: interviene la polizia

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Anzio, hanno arrestato B.M., 43enne, di Latina.   L'uomo, in via Nettunense, dopo aver fatto salire in auto una peripatetica, si è appartato nei pressi di un...

Ecco come due rom hanno cercato di aggirare un anziano a Roma

Da via Morgagni, due rom hanno seguito a distanza un anziano, si sono avvicinati allo stesso e, mentre uno dei malviventi lo ha afferrato con forza al braccio per trattenerlo, il complice, ha infilato...
civitavecchia

Chiede il pizzo alla titolare di un negozio, ma i carabinieri sono appostati e...

Si è presentato come al solito spavaldo e sicuro di non essere visto a riscuotere il pizzo dalla sua vittima, ma ad attenderlo c’erano anche i carabinieri che durante lo scambio del denaro, lo...

La scherma del Lazio per la rinascita del Porto di Roma

Una stoccata per la legalità e per contribuire alla “rinascita” del Porto Turistico di Roma un anno dopo il sequestro scaturito da un’inchiesta contro la criminalità organizzata. La Federazione Italiana Scherma, attraverso il Comitato...
twitter

Spariti da 5 anni: narcotrafficanti arrestati a Roma grazie ai social

I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, presso l'Aeroporto di Roma-Fiumicino, congiuntamente a personale della Polizia di Frontiera Aerea, hanno dato esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nel 2011, dal Gip del...