Gruppo Pd si autosospende

0
36

Scossa elettrica nella politica anziate. Nel tardo pomeriggio di lunedì si è tenuta la conferenza stampa indetta dal consigliere del Pd Enzo Toselli, che nei giorni precedenti aveva preannunciato le sue dimissioni da consigliere comunale. Dimissioni rientrate, anche se l’esponente democratico è riuscito a centrare il suo obiettivo, ovvero l’autosospensione del gruppo consigliare come protesta per la vicenda Placidi.

Un’autosospensione sottoscritta da gran parte dei consiglieri, ovvero Creo, Bernardone, Palomba e Lo Fazio, oltre allo stesso Toselli. Non avrebbero aderito Tulli e De Micheli, anche se il gruppo nella sua completezza ha trovato l’accordo sulla strada da intraprendere nella querelle legata all’assessore del Pdl.

«Credo ci sia stato uno scossone importante- ha rimarcato Toselli-. La politica del Pd rischiava di rimanere impantanata nelle troppe dispute interne e nel toto candidature, rischiando di perdere di vista la lotta da intraprendere contro un centrodestra ormai alla deriva. L’autosospensione di alcuni consiglieri rappresenta un gesto forte, e significa prendere le distanze dalla vicenda dei consiglieri incompatibili, almeno fino a quando non verrà fatta chiarezza sulla posizione di Placidi. Il gruppo ha deciso di fare un esposto al Prefetto e una denuncia alla magistratura, non escludendo l’ipotesi di un’interrogazione parlamentare. Questo però – prosegue Toselli – deve essere un punto di partenza per il rilancio della politica dell’opposizione. La nostra azione dovrà essere seguita da una campagna mediatica imponente, anche perché i cittadini devono rendersi conto della situazione di degrado della politica anziate». La campagna elettorale è già iniziata.

Marcello Bartoli