Termini: Ragazza soccorsa in una pozza di sangue

0
122

 

Con le gambe sporche di sangue e sotto shock una turista australiana di 22 anni è stata soccorsa ieri all'alba in via Milazzo, nei dintorni della stazione Termini da un'operatrice del mercato rionale. Le condizioni della giovane erano apparse subito gravi: le tante chiazze rosse in strada avevano creato uno scenario raccapricciante e i medici che l'hanno operata avevano ipotizzato una violenza sessuale.

L'evolversi delle indagini ha chiarito tutta la vicenda accaduta la scorsa notte nel centro della Capitale. La giovane, dopo essere stata operata d'urgenza all'ospedale Umberto I per emorragia fermata con alcuni punti di sutura, ha raccontato agli investigatori di aver avuto un rapporto sessuale consenziente con un ragazzo tunisino e fugato così ogni dubbio sull'ipotesi di stupro. I medici, inoltre, hanno riferito che la donna non aveva altre lesioni interne. «Lui mi piaceva. E' stato un rapporto consenziente », ha detto agli agenti.

Dalle immagini di una telecamere posizionata davanti a un albergo della zona si vedrebbero i due camminare mano nella mano. I due si erano conosciuti in un locale dove avevano bevuto diversi cocktail alcolici e a immortalare il loro incontro anche alcune foto, tra le quali una in cui il tunisino le bacia la pancia. L'uomo è stato interrogato per ore e ha raccontato di aver tentato di soccorrerla, ma senza chiamare aiuto.

La questura ha reso noto che non risulta indagato. La versione della ragazza è stata confermata anche dal gruppo di amici che hanno passato la serata con la giovane, nella capitale per una vacanza. La vicenda ha riacceso la polemica sulle condizioni pericolose del quartiere intono alla stazione Termini. «Non è un caso che la stazione Termini sia stata questa (ieri n.d.r.) mattina il teatro della vicenda». Ad affermarlo, il segretario del Pd capitolino Marco Miccoli.

«Ormai Termini si è trasformata, a causa dell'incuria e dell'indifferenza dell'amministrazione Alemanno, in una terra di nessuno. L'area limitrofa è pericolosa come il Bronx, come pericoloso è diventato il solo transitarci soprattutto nelle ore notturne. Alemanno aveva promesso in campagna elettorale di rendere la nostra città più sicura: omicidi, violenze, rapine e stupri sono invece all'ordine del giorno. Questa è la Roma che ci lascerà Giovanni Alemanno».. Il contrattacco del Pdl non si fa attendere. "A prescindere dalla ricostruzione della questura che allontana l'ipotesi dello stupro – afferma il coordinatore del Popolo della libertà capitolino Gianni Sammarco- trovo doveroso e prioritario esprimere una piena solidarietà allaragazza. Una solidarietà totalmente assente nei comunicati degli esponenti del Pd

È SUCCESSO OGGI...

Terribile incidente, si scontrano due auto: traffico in tilt

Disagi e grande traffico già alle prime ore di domenica 25 giugno per via di un incidente avvenuto a Roma, sul Grande Raccordo Anulare tra le uscite Ardeatina e Appia, in carreggiata esterna. A scontrarsi,...

Rubava nelle auto parcheggiate: fermato rapinatore seriale

Nemmeno l’obbligo di presentazione alla P.G. per i suoi precedenti reati lo hanno fatto desistere, ma ieri sera, la sua ostinazione a delinquere gli è costata un altro arresto. In manette un 56enne romano, ben noto ai...

Botte, sputi e insulti alla compagna: allontanato dalla polizia

Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate: questi i reati contestati ad un romeno di 64 anni. Vittima, la compagna. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Fiumicino si sono presentati a...

IX Municipio, per l’ex assessora Laurelli i grillini “sfasciano e non costruiscono”

Luisa Laurelli è stata assessore alle politiche sociali e alla scuola nella giunta Marino per 14 mesi nel 2015; psicologa e psicoterapeuta vanta un lunghissimo curriculum di esperienze professionali e politiche rimanendo attivamente impegnata nel...

Elezioni Amministrative Lazio, alle ore 12 alle urne il 14,23% di affluenza

Nei dieci Comuni del Lazio ai ballottaggi per le elezioni amministrative, secondo i dati del Ministero dell'Interno, alle ore 12 ha votato il 14,23% degli elettori contro il 18,44 del primo turno, facendo così...