Acilia, alba di fuoco

0
25

«Sembrava di stare in zona di guerra». Parola dei residenti di via Achille Tamburlini, piccola viuzza del quartiere di Acilia, trasformata nel teatro ideale per l'azione di qualche piromane.

Erano le 5 dell'alba di ieri, quando nella strada si è scatenato un inferno di fiamme. Il fuoco ha attaccato, vettura dopo vettura, una decina di macchine parcheggiate proprio sotto le finestre delle abitazioni. Sul posto sono intervenute in poco tempo le autopompe dei vigili del fuoco di Ostia che si sono adoperati per salvare il salvabile. Ma per dieci auto parcheggiate c'è stato poco da fare: la metà sono state divorate dal rogo, per le altre gravissimi danni alle carrozzerie. Il dolo appare evidente stando alle testimonianze dei residenti. «Mi sono affacciato e ho visto fiammelle addosso alle ruote della mia macchina, una Citroen Berlingo, poi a quelle del furgone affianco. – racconta il signor Gianluca – Abbiamo avuto paura, i danni alle nostre case non sono di lieve entità».

Il fuoco infatti ha intaccato il palazzo adiacente, bruciato piante e serrande, lambito tende e porte. Gli esperti della polizia scientifica hanno effettuato i rilievi in cerca di indizi: non è stata però ritrovata alcuna tanica piena di liquido infiammabile. Sembra probabile che sia stato usato dell'alcool per appiccare le fiamme. La pista più accreditata è che si sia trattato di un attentato incendiario, visto che i roghi sono partiti da vetture lontane da loro: piromane o atto mirato nei confronti di qualcuno, saranno le indagini a chiarirlo.

Valeria Costantini