«Sbloccate i fondi per Corviale»

0
68

Abbattete Corviale", questo il provocatorio titolo della conferenza stampa organizzata ieri mattina presso l'Acquario Romano dal Comitato Inquilini Corviale (C.I.C), il coordinamento Corviale Domani e il Comitato di quartiere Magliana – Arvalia. La motivazione? Sempre la stessa: riportare l'attenzione sui 42 milioni di euro ancora bloccati, stanziati per la riqualificazione del quartiere.

«L'agonia e la lotta di chi abita il palazzo va avanti da trent'anni, da quando ci hanno assegnato gli alloggi – ha dichiarato nel suo intervento Angelo Scamponi, vicepresidente del C.I.C – Quei soldi ci sono e ci spettano, per riportare legalità e vivibilità. Sono sicuro – ha concluso – che con la verticalizzazione del palazzo, Corviale potrebbe diventare il “fiore all'occhiello” delle periferie». Volontà di non piangersi addosso sottolineata anche dalle paroledi Pino Galeota del coordinamento Corviale Domani: «Alemanno ha iniziato la sua campagna elettorale da qui, facendo grandi promesse, ma a distanza di 4 anni nulla è cambiato. Oggi noi comunità di Corviale ci stiamo di fatto sostituendo alle istituzioni immobili».

Molti I “sostenitori” presenti in sala del progetto Corviale, alcuni dei quali protagonisti di brevi interventi: Monica Melani del Mitreo (moderatrice della conferenza), il presidente dell'Inu Lazio Daniel Modigliani, Giovanni Quarzo della Commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale, il Presidente dell'Ilca Pino Lo Mastro, l'ex assessore alla Culura Umberto Croppi, Gianni Ciotti del Silp. A conclusione della conferenza stampa, Galeota ha sottolineato come il Coordinamento Corviale Domani sia uno dei firmatari di un protocollo di intesa con il Ministero dei Beni Culturali, l'Università La Sapienza ed I Municipi XV e XVI, che produrrà un importante appuntamento: un Forum previsto per il prossimo 30 ottobre.

M.D.P.