Botticelle, denuncia degli animalisti del Pae \”Segnala infrazione, attivista aggredita\”

0
47

Ha segnalato agli agenti della municipale che i passeggeri della botticella erano troppi rispetto a quanto previsto dal regolamento comunale e per tutta risposta si è vista inveire contro dai vetturini che erano in zona tanto che ha provato ad allontanarsi in bici rovinando poi a terra. Protagonista dell'episodio, avvenuto in via dei Fori Imperiali, una attivista del Partito animalista europeo che annuncia una denuncia per maltrattamento di animali, una diffida al sindaco di Roma Capitale affinché sia rispettato il regolamento delle botticelle e l'avvio di ronde private per un controllo diretto di quanto accade per le strade di Roma.

"Sono trascorsi soltanto due giorni dalla lite vetturino-turista in seguito ad un maltrattamento inflitto al cavallo dal medesimo vetturino ed assistiamo ad un'ennesima aggressione contro un cittadino 'colpevolè di avere segnalato agli agenti della Polizia Municipale una violazione al Regolamento comunale sulla tutela degli animali", si legge in una nota dell'associazione.

"Oggi alle 10 circa – racconta il Pae – una nostra attivista percorreva in bicicletta Via dei Fori Imperiali quando vede passare una botticella romana con un carico eccedente di persone trasportate ed esattamente sei, immediatamente fotografa l'infrazione e chiede l'intervento di una pattuglia della P.M. presente sul luogo. Gli agenti rispondono che non è loro competenza in quanto è prevista un unità speciale dedicata alle botticelle. Soltanto dopo una perseverante insistenza ravvisando un'omissione d'atti d'ufficio qualora non fossero intervenuti, gli agenti fermano la carrozza interrompendo la corsa. Scendono i turisti furibondi e pretendono la restituzione del denaro corrispondente a 600 euro (100 euro a trasportato). Il vetturino "imbestialito" per l'accaduto si scaglia contro l'attivista e chiama rinforzi. La situazione degenera all'arrivo di altri "botticellari" , minacce, insulti, ingiurie e l'attivista ciclista è costretta a fuggire. Inseguita, nella fuga passando sui marciapiedi per evitare il tallonamento, cade riportando delle lesioni personali e danni alla bicicletta".