La Cecconi chiude le porte. Oggi presidio a Federlazio

0
88

Era iniziato tutto con il blocco delle attività disposto dalla Asl a causa della mancanza di acqua calda, poi erano stati i lavoratori a dichiarare lo stato di agitazione per i ritardi nei pagamenti e i rumors sulla crisi del gruppo. Quasi una settimana fa, a sorpresa, la società aveva annunciato la cessazione di attività e l’avvio delle procedure di mobilità ma nonostante questo tutti i 42 dipendenti avevano dichiarato di voler tornare al proprio posto, confidando in una soluzione positiva della vicenda. Ora, però, alla Cecconi si assiste a un nuovo colpo di scena, con la ditta che chiude le serrande e impedisce ai lavoratori di entrare all’interno dello stabilimento.

«A due giorni dalla sospensione dello sciopero dei dipendenti l'azienda non ha ripreso l'attività lavorativa e ha lasciato i lavoratori nel piazzale», dichiarano in una nota Gianfranco Moranti (segretario generale Flai-Cgil Pomezia Castelli) e Massimo Persiani (segretario generale Uila-Uil Roma e Provincia). Una decisione a dir poco anomala visto che, formalmente, dall’apertura delle procedure di mobilità ci sono 75 giorni per discutere sulle forme alternative ai licenziamenti. I lavoratori incassano un altro brutto colpo, ma non mollano la presa e soprattutto continuano a presidiare il piazzale antistante lo stabilimento.

Se braccio di ferro deve essere, braccio di ferro sia. «I sindacati hanno confermato alla proprietà e al proprio consulente – continuano Moranti e Persiani – che i dipendenti del salumificio si considerano in forza e pertanto retribuiti. Inoltre domani (oggi, ndr) i lavoratori e le lavoratrici hanno deciso di accompagnare la delegazione trattante nella consultazione sindacale convocata da Federlazio e pertanto è stata indetta una giornata di sciopero, con presidio davanti agli uffici di viale Libano. Del fatto è stata allertata anche la questura di Roma». Cecconi e Scarfoglio, nel frattempo, continuano il loro silenzio ma potrebbero essere convocati dalla prefettura di Roma, forse già all’inizio della prossima settimana.

Diego Cappelli 

È SUCCESSO OGGI...

Serrati controlli dei Carabinieri in zona Termini e centro storico

Anche ieri sera, fino a notte fonda, sono proseguiti i mirati controlli nell’area della Stazione Termini e nel cuore della Capitale da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro supportati dai colleghi dell’8° Reggimento “Lazio”. L’intensa attività...

Ecco come due rom hanno cercato di aggirare un anziano a Roma

Da via Morgagni, due rom hanno seguito a distanza un anziano, si sono avvicinati allo stesso e, mentre uno dei malviventi lo ha afferrato con forza al braccio per trattenerlo, il complice, ha infilato...

Intervista a Bersani: «Pisapia è in grado di unire. Dialoghiamo con il Pd ma...

Perluigi Bersani non crede ai sondaggi che danno Mdp Articolo Uno con qualche punto percentuale nella tombola elettorale, non ci crede perché rimane convinto che le varie forze della sinistra del Pd, unite, possono...
Virginia Raggi

Città Metropolitana, la sindaca Raggi mette a tacere le polemiche sulla mancata riunione

"Ho deciso di riaggiornare la Conferenza metropolitana per garbo istituzionale nei confronti del Prefetto di Roma". La Sindaca metropolitana Virginia Raggi, interviene dopo le polemiche di queste ore. La prima cittadina di Roma aggiunge: "Il...
atac AUTOBUS-MASSO-PIETRA-ATAC-SICUREZZA-ZERO

Ecco come rubano i cellulari sul bus a Roma

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Porta Maggiore e di San Lorenzo, sono intervenuti in via Fortebraccio, su segnalazione della sala operativa, per un furto con strappo ai danni di una cittadina...