Nuotatrice 14enne in coma dopo aver assunto forti dosi di bicarbonato

0
59

Una nuotatrice romana di 14 anni è da cinque giorni in coma per aver ingerito una notevole quantità di bicarbonato di sodio. La ragazza, ricoverata all'ospedale Umberto I, si era sentita male mentre si trovava a Siracusa per uno stage di preparazione di una settimana in vista della stagione agonistica.

Dalle prime ricostruzioni sembra che la giovane atleta, per ridurre la produzione di acido lattico sotto sforzo, avesse assunto circa venti cucchiaini di bircarbonato di sodio, Citrosodina e un farmaco antinfiammatorio. Un mix che le avrebbe provocato uno scompenso nell'organismo, con l'alterazione dei livelli di sodio e potassio e con conseguente edema cerebrale. Le condizioni della giovane, malgrado un intervento chirurgico, restano molto gravi.

La pratica di ingerire bicarbonato di sodio per abbassare la produzione di acido lattico e fornire una resa migliore nella prestazione sembra essere molto in voga tra gli atleti.

Sulla vicenda sta indagando la Procura della Repubblica.