Anche la Mussolini incappa nelle buche della Capitale

0
21

Disavventura al volante per la deputata del Pdl Alessandra Mussolini che ieri, mentre si trovava in macchina con il figlio, ha rischiato di finire in una delle tante voragini che si aprono quotidianamente lungo le strade della Capitale.

La deputata, che si trovava in via Spallanzani, nei pressi di Villa Torlonia, si è accorta in tempo di essere sospesa nel vuoto e con una retromarcia è riuscita ad evitare il peggio. Poi ha bloccando un autobus per evitare che finisse nella voragine e, furibonda, ha chiamato i vigili urbani, lanciando improperi contro il Campidoglio, il municipio e la polizia municipale, rea, a suo dire, di essere giunta sul posto soltanto un'ora e mezza dopo la sua chiamata.

"Poteva andare molto peggio – ha raccontato alla stampa Alessandra Mussolini – Che vergogna! Il sindaco venga a farsi un giro a vedere le strade di Roma". "Ero andata a prendere mio figlio a scuola, proprio davanti a Villa Torlonia – ha proseguito – Abbiamo percorso appena 10 metri, quando ho sentito che la ruota davanti andava giù. C'erano tante altre mamme, hanno fatto da barriera alla voragine finché non è arrivata la municipale. Ma cosa fanno i vigili? Invece di controllare le strade elevano multe alle mamme che vanno a prendere i figli a scuola".

"Tutta la città – ha concluso Mussolini – è un campo di battaglia, ma almeno accanto alle scuole bisogna eliminare i pericoli. Invece davanti all'istituto di mio figlio, dove sono una materna ed una elementare, le strisce pedonali sono scomparse e poco più avanti c'è un altro tombino sprofondato".

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere del Pd capitolino Dario Nanni, membro della Commissione lavori Pubblici del Comune di Roma. “La disavventura patita ieri dall'On Mussolini, che ha rischiato di finire dentro una voragine, non é casuale – ha commentato Nanni -. L'inerzia dell'amministrazione comunale sullo stato del territorio della Capitale si rivela come un pericolo costante per tutti i cittadini. Dall’inizio del 2012 sono 60 le voragini  si sono aperte a Roma, come è possibile verificare dal sito www.voragini.it”.

“Torno a chiedere nuovamente alla Giunta – ha concluso il consigliere Pd – di assumere la carta nei suoi strumenti urbanistici e mettere  subito al lavoro coloro che risulteranno vincitori del concorso per geologo le cui prove sono in via di espletamento”.