Metro, indagini su tangente per appalto 40 filobus: 4 indagati

0
33

Sono quattro, al momento, gli indagati nell'ambito dell'inchiesta che ha visto oggi perquisizioni della guardia di finanza nella sede di Roma Metropolitane, all'Ente Eur e alla Breda Menarini (società che fa parte del gruppo di Finmeccanica). Tra questi l'Ad di Eur spa Riccardo Mancini e l'ex Ad di BredaMenarini Roberto Ceraudo. Le ipotesi di reato sulle quali lavora il pm Paolo Ielo sono la corruzione e la frode fiscale.

L'indagine è uno stralcio dell'inchiesta su Finmeccanica, Enav e Selex e ha preso spunto dalle rivelazioni del commercialista Marco Iannilli, già coinvolto nel troncone principale della vicenda giudiziaria.

Al centro degli accertamenti un giro di false fatturazioni per l'acquisto di 40 filobus da parte del Comune (con una commessa pari venti milioni di euro) per la quale sarebbe stata pagata una maxi tangente. Una vicenda complessa legata a presunte mazzette per le commesse Finmeccanica che avrebbero favorito diverse carriere, tra cui anche quella, secondo gli inquirenti, del manager Riccardo Mancini all’Ente Eur, la cui poltrona sarebbe stata ottenuta dopo aver fatto da garante su una tangente da 500 mila euro sulla fornitura dei mezzi da parte di Breda Menarini, del gruppo Finmeccanica. Somma che sarebbe stata "raccolta" con il meccanismo delle sovrafatturazioni.