Fermati per borseggio offrono 3mila euro ai carabinieri per “chiudere un occhio”

0
73

Pensavano di farla franca ma non gli è andata liscia come credevano. I carabinieri hanno infatti arrestato due cittadini romeni di 19 e 25 anni che, fermati per borseggio, hanno offerto l’intera refurtiva ai militari in cambio del rilascio.

L’episodio è iniziato alla fermata metro “Barberini” dove i carabinieri, in abiti civili, hanno bloccato i due soggetti che avevano appena rubato il portafogli a una turista, rimasta ignara del furto subìto.

Accompagnati in caserma, i due arrestati hanno tentato di corrompere i carabinieri offrendogli l’intero bottino, 3mila euro in contanti in cambio dell’impunità, ma per i due, al reato di furto si è sommato anche quello di istigazione alla corruzione.

Altri 3 borseggiatori sono stati arrestati in via Lepanto dopo aver rubato il portafogli a un turista tedesco. I tre, di 43, 35 e 33 anni, a bordo di un autobus di linea hanno derubato con destrezza la loro vittima ma sono stati notati dai carabinieri che erano sul mezzo pubblico in servizio proprio per prevenire e reprimere questo tipo di reati.

Tutti e tre dovranno rispondere di furto e saranno processati con rito direttissimo.