Parco Fidene, forestale recupera tartaruga azzannatrice

0
42

Recuperato questa mattina dal corpo forestale dello Stato un esemplare di tartaruga azzannatrice all’interno di una bacinella nel parco di Fidene denominato “Peter Pan”. Il ritrovamento è avvenuto grazie a una segnalazione di un privato cittadino al numero di emergenza ambientale 1515 del corpo forestale dello Stato.

La tartaruga azzannatrice appartiene, infatti, a una specie considerata pericolosa per la salute e l’incolumità pubblica e per questi motivi ne è vietata la detenzione. L’ipotesi è che l’animale sia stato abbandonato da qualcuno che non poteva più prendersene cura.

Gli agenti consegneranno l’esemplare ad un centro di recupero di Roma, autorizzato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, specializzato nella gestione di animali pericolosi.

La tartaruga, che trae il nome dalle sue abitudini alimentari e dalla sua proverbiale voracità, è molto diffusa nel continente americano. Il becco a rostro e la forza del morso, oltre al fulmineo scatto nell'attacco, la rendono un animale estremamente pericoloso, specialmente se manipolato da persone non esperte. Quello di oggi è il secondo ritrovamento in pochi giorni effettuato dal personale della Cites della Forestale e solo l'ultimo di una serie di ritrovamenti di animali esotici e pericolosi che hanno visto impegnati in diverse province, ma soprattutto nella Capitale, gli uomini del servizio Cites del Corpo forestale dello Stato.