Piazzale Flaminio, pendolari stipati come fossero bestie

0
22

Sovraffollamento e disagi negli orari di punta nella stazione di piazzale Flaminio. «La sera, tra le 18:00 e le 19:00 è una vera e propria bolgia per salire sul treno» afferma Maria, 43 anni, lavoratrice presso una sartoria a Roma sud «dall’uscita della metro è tutta una corsa per arrivare il prima possibile al treno per riuscire almeno ad entrare. C’è moltissima gente che arriva sia dalla metro sia da piazza del Popolo ed è quasi una gara».

La stazione di piazzale Flaminio della ferrovia Roma-Viterbo, importante snodo ferroviario di Roma centro-nord, si incrocia con la metro A e si trova a pochi passi da piazza del Popolo.

L’analisi di questa stazione è emblematica per capire le condizioni delle stazioni di Roma. Sempre Maria racconta: «Negli orari di punta la pulizia dei bagni lascia a desiderare, bisognerebbe pulirli più spesso e fare più attenzione in generale allo sporco in stazione e sui treni».

Il decoro della stazione e del treno infatti non è assicurato. Due tornelli su cinque per obliterare i biglietti sono completamente fuori servizio e ciò, nell’ora di punta, crea un ingorgo all’ingresso della stazione e provoca non poco disagio. Per quanto riguarda i servizi verso le persone con limitata capacità motoria alla stazione di Piazzale Flaminio sono completamente assenti a fronte di una notevole presenza di persone in carrozzina e mamme con i passeggini.

R.R.