Tiburtina, molestava donne vicino alla stazione

0
35

Nel pomeriggio di ieri la polizia ferroviaria ha rintracciato e sottoposto a fermo, nei pressi della stazione Tiburtina, un cittadino del Bangladesh perché responsabile di diversi episodi di violenza commessi ai danni di tre donne.

Dopo l’ultima denuncia presentata dall’ennesima vittima, una giovane ragazza di 21 anni che era stata avvicinata e molestata sessualmente dal cingalese, gli operatori polfer hanno rafforzato ogni sforzo investigativo, anche con l’impiego di personale femminile, per individuare il soggetto sulla base delle dettagliate descrizioni fornite dalla ragazza, e assicurarlo alla giustizia.

È stato così attivato un servizio di appostamento in abiti civili fino a quando si è riusciti a individuare una persona corrispondente alle caratteristiche fisiche descritte. Dopo poco tempo l’uomo si è avvicinato proprio alla poliziotta in abiti civili, attuando il medesimo modus operandi adottato nei confronti delle precedenti vittime, ma prima che potesse realizzare il proprio intento è stato subito bloccato dalla pronta reazione dell’agente e del rapido intervento dei suoi colleghi.

Messo di fronte alle pesanti accuse a suo carico, l’uomo ha ammesso di aver commesso i fatti contestatigli motivando tali comportamenti con la sola motivazione di avere un forte debole per il fascino femminile.