Contrasto alla prostituzione, l\’ordinanza del sindaco di Pomezia

0
69

Il sindaco di Pomezia Enrico De Fusco ha firmato l’ordinanza di contrasto alla prostituzione su  strada e a tutela della sicurezza urbana.

«Il fenomeno della prostituzione esercitato su strada continua ad avere notevole diffusione nel territorio del Comune di Pomezia – ha detto il primo cittadino – e in particolar modo nella località di Santa Palomba, con conseguenti disagi per i residenti e i pendolari che frequentano la stazione.

A questo si aggiungono gli effetti devastanti sulla sicurezza urbana, legati al fenomeno criminale dello sfruttamento della prostituzione, anche minorile, e sulla sicurezza della circolazione stradale e incolumità pubblica di quanti, alla guida dei propri veicoli, sono alla ricerca di prestazioni sessuali a pagamento.

Ritengo quindi necessario continuare ad adottare concreti provvedimenti per contrastare l’attività di prostituzione su tutta la rete stradale del territorio comunale al fine di limitare le conseguenze negative sulla sicurezza urbana e sull’incolumità pubblica dei cittadini e di contrastare l’interesse criminale legato allo sfruttamento della prostituzione».

L’ordinanza, firmata il 2 ottobre scorso, predispone «il divieto a chiunque, in tutto il territorio comunale, di contattare soggetti dediti alla prostituzione ovvero concordare con gli stessi prestazioni sessuali a pagamento, oppure intrattenersi, anche solo per chiedere informazioni, con soggetti che esercitano l’attività di meretricio su strada».

La pena per la violazione dell’ordinanza è di 166 euro.