Indignati, incendiò blindato a San Giovanni: condannato a 5 anni

0
35

Avrebbe contribuito ad alimentare l'incendio al blindato dei carabinieri preso d'assalto durante la manifestazione degli Indignados del 15 ottobre 2011 nel centro della capitale.

Per questo Carlo S. è stato condannato a cinque anni di reclusione dai giudici della VII sezione del tribunale penale collegiale. Resistenza aggravata a pubblico ufficiale e devastazione, in concorso con altre dieci persone, sono i reati contestati a Seppia che si trova da tempo agli arresti domiciliari con la possibilità di andare a lavorare.

Stando al capo di imputazione, il manifestante avrebbe lanciato all'interno del blindato «del liquido infiammabile, cercando di aprire la portiera del mezzo e incitando i correi ad avvicinarsi allo stesso veicolo, al fine di opporsi al personale dei carabinieri».

E' stata invece aggiornata al 19 novembre prossimo l'udienza a carico di Alessandro P. accusato di aver partecipato al lancio di oggetti contundenti contro le forze dell'ordine e di aver fatto parte del gruppo di manifestanti che incendiò un immobile in uso all'esercito e una caserma della finanza e distrusse la statua della Madonna di Lourdes prelevandola dalla Chiesa dei Santi Marcellino e Pietro in via Merulana.