Casal Bruciato, anziano trovato morto con ferite alla gola e al torace

0
30

Senza vita, inerme e con numerose ferite da taglio, al torace e al collo. E' mistero sul cadavere di un 70enne trovato nella sua abitazione, in via Sebastiano Satta, in zona Casal bruciato.

A dare l'allarme è stato il genero che non avendo avuto risposta al citofono ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia piazza Dante e il nucleo investigativo di via in Selci per i rilievi.

L'ipotesi più probabile al vaglio degli investigatori è l'omicidio. Ieri sera l'anziano era stato visto dai suoi familiari e la morte sarebbe avvenuta nelle 12 ore prima del suo ritrovamento. Il 70enne viveva di pensione, in casa non ci sono segni di effrazione né di rovistamento.

«Mio suocero portava sempre al polso un costoso orologio Rolex. Questa mattina, dopo aver aperto la porta ho visto il suo corpo privo di vita in terra, non lo aveva più».

A parlare è Stefano, il genero dell'anziano. «Alcuni vicini – riferisce ancora Stefano – hanno sentito dei rumori ieri sera intorno alle 21,30. Poco prima era venuto a casa mia a ritirare come sempre la cena preparata dalla figlia.

Nel pomeriggio aveva anche fatto un massaggio. Poi ho provato a richiamarlo intorno alle 21 al telefono di casa ma non rispondeva. Per questo stamattina sono venuto a cercarlo, ma aprendo la porta l'ho trovato morto».

L'anziano settantenne, Remo Paolini, era un postino in pensione e da quattro anni aveva perso sua moglie. Aveva tre figli. «Non so cosa sia successo, ma mi auguro non si tratti di una rapina», ha proseguito Stefano. Tracce di sangue sono state trovate anche in cucina.

Gli investigatori stanno tentando di rintracciare uno dei figli, così com'è successo per le due figlie, anche il terzo sarà interrogato per fare ulteriormente luce sulla vicenda. Quest'ultimo ha piccoli precedenti, tra cui rapina.