Blitz di studenti in “mutande” negli uffici postali

0
32

Blitz di studenti in "mutande" negli uffici postali di Roma contro le linee di credito aperte dalle banche commerciali per gli studenti e i prestiti garantiti da Poste Italiane con tassi di interesse che in alcune banche arrivano all'8% e contro l'aumento delle tasse regionali da una media nazionale di 93,5 euro a una di 140 euro per coprire i tagli del governo al fondo nazionale per le borse di studio nell'ultimo anno.

«Ci volete in mutande» hanno urlato ai megafoni gli studenti seminudi all'interno dell'ufficio postale di piazza Bologna, tra decine di persone in fila agli sportelli. E poi «Siamo in rosso», «Studenti incazzati neri» era scritto sui cartelli esposti dai giovani che hanno denunciato l'aumento delle tasse regionali, la difficoltà di ricevere borse di studio e i tassi di interesse sui crediti delle banche «che in alcuni casi arrivano all'8%».

La protesta è stata organizzata dal Coordinamento universitario Link.