Villa Borghese, trovata iguana su una panchina

0
26

Era una scatola di piccole dimensioni, abbandonata su una panchina all’interno del Parco di Villa Borghese a contenere un grande esemplare di iguana.

Il ritrovamento è stato effettuato stamattina dagli agenti del nucleo della polizia a cavallo di Villa Borghese, che insospettiti dal pacco, si sono avvicinati per controllarne il contenuto. Con grande sorpresa all’interno della scatola era rinchiusa un’iguana lunga circa un metro e mezzo.

Il contenitore presentava diversi fori per far respirare l’animale, chiaro indizio di un premeditato abbandono. Immediatamente è stato allertato il personale del Servizio Cites del corpo forestale dello Stato che ha provveduto al recupero dell’animale, in evidente stato di stress.

Nelle ultime tre settimane il servizio della forestale è intervenuto in diversi casi di abbandono e ritrovamento di animali esotici pericolosi e non per l’incolumità dei cittadini nella capitale.

Basti pensare al sequestro del pitone reale “a spasso” per le strade del quartiere Prenestino o alle due tartarughe azzannatrici rinvenute nel Lazio. L’iguana è tutelata dalla convenzione di Washington sul commercio delle specie di flora e fauna minacciate di estinzione, ma è comunque commerciabile se provvista di idonea certificazione.

Acquistare un piccolo esemplare di iguana può costare circa duecento euro, ma il prezzo varia a seconda delle specie e delle dimensioni. L’animale sarà condotto in un centro specializzato nel recupero di animali esotici presso il quale riceverà le cure adeguate.

Sono in corso da parte del personale della forestale le indagini per risalire al responsabile del reato, che rischia una denuncia penale per maltrattamento e abbandono di animali esotici.