Le voragini del quartiere Tuscolano

0
52

Resta alto l’allarme per lo stato del sottosuolo nel quartiere Appio-Tuscolano, dove in prossimità di via Nocera Umbra, in un’area interessata da cave di tufo e fungaie, si aprono periodicamente enormi crateri nel manto stradale che restano in stato d’abbandono per intere stagioni.

I residenti ricordano bene le più recenti: quella di via Genzano, di via Montefalco, di via Todi, che aspettarono un mese prima di essere riparate, ma soprattutto quella che un pomeriggio di un ormai lontano 17 maggio 2012 salutava i passanti coi suoi 4 metri di profondità, sempre tra via Todi e via Otricoli, vicino gli uffici della Presidenza del Consiglio. All’epoca scattarono subito le segnalazioni dei cittadini al centralino dei vigili del IX Gruppo, che transennarono la buca chiudendo al traffico le vie interessate.

“Intervento di somma urgenza per le voragini generate dal cedimento delle volte di ambienti ipogei” c’è scritto sul cartello del Comune che da allora campeggia in prossimità del recinto avvertendo i passanti. Peccato però che da allora la situazione sia rimasta la stessa, con tutti i pericoli connessi.

«Ci aspettiamo un intervento immediato da parte del Campidoglio – è il grido d’allarme della presidente del Municipio IX Fantino – perché il nostro Municipio non ha le risorse necessarie per avviare le operazioni di messa in sicurezza e di consolidamento dell’area. Dopo aver transennato l’area abbiamo trasmesso una lettera all’Assessore ai Lavori Pubblici in cui abbiamo illustrato la situazione chiedendo un aiuto. Della questione sono stati messi al corrente anche il Sindaco, il Segretario Generale e la Ragionerai Generale, ma senza alcun esito. Passano i mesi – prosegue Fantino – e la voragine è ancora lì. Il disagio attualmente vissuto dai residenti, la mancanza di chiarezza sui tempi e sui modi per il ripristino di sicurezza richiedono a questo punto un intervento immediato da parte del Campidoglio».

Marco Di Tommaso