Sulle statue del centro cartello \”Ma l\’uomo giusto per Roma\”? (VIDEO)

0
40

Ore 7.30 del mattino. Il sole sorge sulla capitale, ancor prima del temporale che presto colpirà la città. E su tutte le statue di Roma compare un cartello con un messaggio semplice e diretto.

Una domanda: “Ma l’uomo giusto per Roma?”. Gli 80 busti del Gianicolo, gli oltre 200 del Pincio e le statue di Trilussa e di Madama Lucrezia, unica statua femminile romana insieme a quella di Santa Caterina al Pincio, sono stati i protagonisti involontari di questo attack che nella notte ha colpito la Capitale.

I primi testimoni involontari dell’iniziativa, alcuni appassionati di jogging mattutino. Presi dalla curiosità, gli spettatori hanno passato in rassegna i busti studiando il messaggio lasciato al collo delle statue. E sotto la domanda, un hashtag di twitter: #uomogiustoperroma, probabilmente inserito per far partire anche il tormentone sul web.

Tra le prime voci dell’alba, sono in molti ad aver subito pensato a un messaggio politico. Dopo lo scandalo della Regione Lazio e le mille voci che si rincorrono tra web e quotidiani, i nomi concreti dei possibili candidati a sindaco di Roma sono, infatti, ancora pochi e incerti.

E forse la coscienza storica e culturale della città vuole sapere e si domanda chi possa essere l’uomo giusto per Roma. Per altri, invece, il blitz sarebbe diretto proprio al sindaco Alemanno, al centro del dibattito cittadino proprio nella giornata di oggi a causa del terribile temporale previsto e delle manovre messe in atto per fronteggiare il possibile allagamento della Capitale.

Intanto, le prime foto e un video stanno iniziando a circolare sul web attraverso i social media, in attesa di capire chi si nasconda dietro questa iniziativa. Alle 10.30, i cartelli sono stati rimossi dagli stessi artefici del blitz. Un messaggio forte, ma anche un grande rispetto per la cultura e per la città di Roma, che ha portato gli organizzatori a rimettere tutto in ordine prima ancora dell’intervento dell’Ama.