Rapinavano banche e poste comunicando con facebook

0
54

Una banda dedita alle rapine ai danni di banche e uffici postali della provincia di Roma è stata smantellata dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma. Nel corso del blitz, scattato all’alba tra Roma e Palestrina, sono stati arrestati D.L., di anni 40 e C.C., di anni 36.

Un terzo soggetto è stato denunciato a piede libero mentre è in corso l’indentificazione di una quarta persona. Le indagini delle fiamme gialle hanno preso avvio la scorsa estate, quando i finanzieri, dopo avere appreso di un’imminente rapina pianificata ai danni di un istituto di credito di Cave (RM), hanno predisposto un piano di controlli, al fine di indurre la banda a desistere dal compimento dell’atto delittuoso.

Successivamente, il sodalizio era riuscito a portare a compimento una rapina nell’ufficio postale di Carchitti, nei pressi di Palestrina (RM). 

Grazie alle intercettazioni telefoniche avviate nei confronti di alcuni membri della banda, le fiamme gialle hanno identificato i due principali artefici delle rapine, destinatari dei provvedimenti restrittivi eseguiti dai militari, che utilizzavano anche facebook per comunicare.

Sono in corso accertamenti per individuare eventuali “talpe” all’interno degli istituti di credito e degli uffici postali e per delineare compiutamenti la rete di complici e fiancheggiatori con i rispettivi ruoli, anche attraverso l’esame dei filmati dei sistemi di videosorveglianza delle banche.

Nel corso delle perquisizioni, sono stati rinvenuti, oltra a varie utenze cellulari, anche oggetti utilizzati nelle rapine, tra cui una parrucca.