Flaminia, tiene cani e falchi tra escrementi

0
24

«E’ da oltre un anno che segnalo la situazione alle forze dell’ordine», così è cominciata la mail di un cittadino romano che si è rivolto ad Earth per vedere tutelati i diritti di alcuni cani detenuti in una proprietà su via Flaminia.

Detto fatto l’associazione ha esposto la segnalazione alle guardie zoofile del G.E.N e in coordinamento con l’ispettore delle guardie Marco Chiaramida e il sovrintendente Alfredo Parlavecchio si è deciso il sopralluogo.

«Non ci aspettavamo una situazione simile – spiega Valentina Coppola, presidente di Earth – nella proprietà erano detenuti una decina di cani in box sporchi e circondati dai propri escrementi. C’erano anche alcuni animali da cortile e addirittura dei falchi legati a catena che il proprietario ha dichiarato di detenere a scopo venatorio».

«Le guardie zoofile – si legge nella nota – hanno riscontrato diversi illeciti fra cui la presenza di cani non microchippati o intestati a terzi ed elevato sanzioni per 600 euro con l’intimazione di mettere in regola gli animali entro 15 giorni».

«Il proprietario si è detto sorpreso dall’intervento – aggiunge Coppola – e davanti ai box straripanti escrementi con cucce improvvisate e totalmente inadatte a proteggere gli animali dal freddo ha allargato le braccia e chiesto: Perché, non stanno bene?».