«Noi ausiliari vittime dello smog»

0
41

I vigili urbani in servizio alla Stazione Termini non ne possono più di essere additati a colpevoli del perenne ingorgo che giornalmente immobilizza il traffico veicolare e soffoca via Giolitti e via Marsala in una morsa di smog e polveri sottili che copre tutto e tutti.

Residenti, tassisti, commercianti, automobilisti e viaggiatori vivono perennemente in uno stato di allarme rosso per l’alta concentrazioni di agenti inquinanti scaricati, al suolo e nell’aria, dai tubi di scarico di migliaia di autovetture e dalle centinaia di bus pubblici che giungono a capolinea a piazza dei Cinquecento.

A essi si aggiungono le decine di bus “dedicati” al trasfert nei parchi giochi, outlet o Centri Commerciali e delle oltre 150 corse dei bus di linea per gli aeroporti (Fiumicino-Ciampino) che stazionano per pochi minuti in via Marsala, il tempo necessario per la salita e la discesa dei passeggeri, con i motori accesi riempiendo, così, di smog e di polveri sottili gli appartamenti dei residenti, i negozi, i bar , gli alberghi e tutti i ristoranti.

«L’allarmante aumento delle malattie, dovute agli agenti inquinanti, tra i vigili urbani che svolgono servizi di viabilità in strade dove esiste un’alta concentrazione di smog, che colpiscono anche i giovani di età inferiore ai 35 anni con patologie che si manifestano nelle prime vie respiratorie, mal di testa e varie allergie che provocano anche lacrimazione degli occhi, sono il sintomo che l’aria e l’ambiente, dove esiste un’alta intensità di traffico, sono avvelenati da smog e da altri elementi venefici – si legge in una nota del sindacato della Polizia Locale OSPOL. Chiediamo all’Amministrazione comunale che vengano installate cabine protettive a norma, con filtri dell’aria, nei pressi delle uscite della stazione di via Marsala e via Giolitti fornendole, come dotazione di reparto, di mascherine anti-smog a norma CEE.

Con l’endemica carenza di organico dei vigili in servizio alla Stazione Termini – continua la nota – non è possibile affrontare la situazione caotica del traffico che degenera specialmente nei giorni del venerdì e domenica, giorni deputati alle partenze ed arrivi per il week-end quando, a causa delle priorità date dall’Amministrazione comunale alla movida notturna, i vigili si riducono a tre o quattro unità per l’intero perimetro della Stazione Termini se non addirittura distolti per altre necessità nel Centro Storico». L’OSPOL-CSA chiede al sindaco Alemanno, con urgenza, l’aumento del 50% della forza organica del Reparto Vigili Urbani in servizio a Termini prima delle festività natalizie, nonché la revisione del piano viario di Zona e del piano Bus turistici e di linea con l’immediato spostamento di tutte le fermate dei bus nella più ampia Via E. dè Nicola e la destinazione degli attuali spazi di sosta bus di Via Marsala e Via Giolitti a corsie riservate al “Kiss and Ride” per la salita e discesa dei passeggeri delle vetture private, in assenza dei quali saranno proclamate assemblee e astensioni dal lavoro per tutto il periodo delle festività.