Ragazzino accoltellato davanti alla scuola

0
25

Ha aspettato la sua vittima fuori dalla scuola che frequentava, gli è strisciato alle spalle e lo ha accoltellato. Non ha ancora spiegato i motivi del suo gesto, il 16enne rumeno che ieri ha ferito un suo connazionale di soli 13 anni. Ma tra le prime ipotesi al vaglio ci sarebbe un litigio per una bibita avuto tra i due lunedì scorso.

L’episodio si è consumato poco dopo le 14 nei pressi dell’istituto comprensivo Mozart all’Infernetto, quartiere dell’entroterra del Municipio XIII di Roma. L’aggressore, un minorenne rumeno residente in zona ma studente di un liceo di Ostia, ha teso l’agguato all’amico su via di Castelporziano, a pochi metri dall’incrocio con via Torcegno, approfittando del caos scaturito dall’orario di uscita dal plesso scolastico. Il suo obiettivo, un ragazzino di 13 anni che frequenta le medie della Mozart, stava camminando a bordo della strada verso la sua abitazione, quando si è sentito spintonare alle spalle. Una fitta dolorosa alla schiena e poi il sangue che iniziava a zampillare dalla ferita alla spalla sinistra: amici e passanti hanno subito allertato il 118.

Un’ambulanza ha trasferito il minore al pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia: le sue condizioni non sono gravi. I Carabinieri del lido hanno impiegato meno di due ore per identificare e rintracciare l’accoltellatore: il 16enne si era rifugiato a casa di un’amica. L’arma utilizzata per l’aggressione non è stata ancora ritrovata: sembra probabile che il ragazzo abbia gettato il coltello in qualche fosso o cassonetto. Non sono chiari i motivi che hanno scatenato la furia del 16enne: il giovane non ha voluto raccontare la sua versione dei fatti.

Valeria Costantini