Termini, scoperta “nuova” statua di papa Wojtyla

0
19

Dopo i lavori di completamento, è stata scoperta questa mattina la statua di Papa Giovanni Paolo II alla stazione Termini, inaugurata nel maggio 2011. Una scultura più armoniosa, almeno nelle intenzioni, della precedente, quella che si presenterà agli occhi dei tanti turisti e cittadini che quotidianamente transitano nella stazione e in piazza dei Cinquecento: oltre al completamento della statua, un nuovo basamento, una recinzione e una nuova illuminazione. In particolare, il nuovo basamento consiste in una pavimentazione in graniglia e cemento, mentre la nuova illuminazione di tipo "diffuso" intende "valorizzare ancora di più l'opera scultorea". A presentare l'opera il sindaco Gianni Alemanno, il sovraintendente ai Beni Culturali di Roma Capitale, Umberto Broccoli, e lo scultore Oliviero Rainaldi.

In merito alle polemiche suscitate dall'inaugurazione del 2011, secondo Broccoli "l'Italia è un paese che vive di polemiche ma bisogna ricordare le cose come stanno: si manifestò subito un problema statico, una fessurazione sul collo, e la patina che riemergeva. Siamo intervenuti per questo e la commissione dei saggi ha lavorato a stretto contatto con lo scultore, nessuno ha dettato regole a nessuno. Di comune accordo siamo intervenuti fisicamente su questi problemi e Rainaldi ha completato l'opera, un completamento dovuto".

"La toppa è stata peggio del buco, la statua resta una garitta e Roma continua ad avere ben altri problemi" ha dichiarato il consigliere comunale Fabio Sabbatani Schiuma, presidente del gruppo “Il Popolo della Vita – Trifoglio”.

"Dispiace dirlo – ha commentato Schiuma – sarà pure gratis, ma per celebrare la memoria di un grande pontefice come Papa Wojtyla, si poteve fare meglio. La nuova statua ricorda più Mussolini".