Monti dell’Ortaccio si può fare: a Colari l’ultima parola

0
38

La discarica a Monti dell'Ortaccio è ormai questione di giorni. Tempo di rivedere le carte e mettere giù le prime disposizioni per l'ordinanza. In una serie di telefonate e riunioni a porte chiuse si è deciso il futuro dell'ex cava destinata a sostituire la vicina Malagrotta.

Le prime indiscrezioni di corridoio parlano di un invaso dimezzato (da quattro milioni e 800mila metri cubi a 2 milioni e 600mila). Per garantire "la massima sicurezza ambientale concepibile", il progetto è stato integrato con la previsione di un diaframma plastico (polder) a protezione. Inoltre e' stato predisposto "un bacino di ossidazione per stabilizzare la parte umida derivata dalle stazioni di trasferenza attrezzate".

Disposizioni giudicate in maniera positiva dalle istituzioni coinvolte, che però non hanno dato tutte lo stesso parere. Regione e Provincia sono dalla parte dei no. Fino a ieri mancava invece il giudizio del Campidoglio, che sta, come noto, con il gruppetto dei contrari. C'è anzitutto un motivo ideologico: "mai più discariche nella Valle Galeria".

Parlando invece di progetto non è stata ancora raggiunta un'intesa sui tempi. Il proprietario Cerroni spinge per un periodo di 36 mesi, che giustificherebbe così l'investimento da 80 milioni di euro. In disaccordo, e con loro ci sarebbe anche il commissario Sottile, gli enti locali, che chiedono una scadenza a 18 mesi.

Poi c'è la questione della falda. La più importante. Secondo le voci la Provincia non sarebbe convinta della metodologia di ricerca effettuata. Non è stato accertato, ad esempio, se c'è o meno una corrispondenza con le piogge, che renderebbe più complesso l'intervento nell’area. E su questo sarà decisivo il parere dell'Autorità di Bacino. Che si dice possibilista, ma solo se si rispettano alcune prescrizioni. Indicazioni raccolte ieri dal commissario Sottile, riunito insieme a rappresentanti di Regione, Campidoglio e Provincia, e trasmesse alla Colari. Che ha ora l’ultima parola.

Carmine Seta

È SUCCESSO OGGI...

25 Aprile, a Roma una festa ad alta tensione

Gli appelli di istituzioni e associazioni tra cui quello del presidente del Senato, Pietro Grasso, non hanno avuto effetto e a Roma la festa della Liberazione, come lo scorso anno, sara' divisa in due:...
Sequestro-Polizia ladispoli

Massacrato e derubato nella notte a Ladispoli: gravissimo

Violenza nelle strade di Ladispoli, nella notte appena trascorsa. Un cittadino straniero di origine nigeriana è stato aggredito, colpito con calci e pugni, e derubato borsello che portava con sé, contenente documenti ed effetti...
Sigilli a un ristorante all'Esquilino

Roma, sigilli a un ristorante: dehors del locale completamente abusivo

Fine settimana di controlli da parte della Polizia Locale. Il reparto del supporto operativo Commercio su sede fissa del I gruppo Centro, ex Trevi, diretto dal dott. Roberto Stefano, ha messo i sigilli a...
Terremotati, oggi a Roma la prima riunione prima dell'incontro in Regione di mercoledì

Sisma, prima riunione oggi a Roma dei terremotati: boom di presenze

Lunedì 24 aprile alle ore 18 presso l'Hotel Universo di via Principe Amedeo 5/B di Roma si terrà una riunione dei comitati e delle associazioni presenti nel cratere del sisma, indetta dai Comitati “Quelli...

Roma, colpisce al volto una donna per derubarla

Un agente della polizia penitenziaria libero dal servizio, in via Tiburtina, ha assistito allo scippo di una borsa nel corso del quale il malvivente, per vincere la resistenza della vittima, l'ha colpita al volto....