Acilia, falso dentista con strumenti in pessime condizioni igieniche: denunciato

0
37

L’incessante via vai di persone in un edificio ubicato ad Acilia aveva insospettito i finanzieri del comando provinciale di Roma, che avevano quindi avviato una discreta osservazione del luogo. Un vero e proprio ambulatorio dentistico, con tanto di telecamere installate sulla scala, era stato approntato da un uomo italiano, di circa 50 anni, che aveva richiesto ed ottenuto le necessarie autorizzazioni sanitarie, preponendo artatamente nella relativa domanda, quale direttore sanitario del centro, un professionista che è risultato completamente all’oscuro.

Nel corso dell’accesso, i militari hanno rinvenuto strumentazione che non veniva sottoposta ad alcun trattamento di sterilizzazione, oltre a circa 1.500 confezioni di medicinali scaduti. Le Fiamme Gialle del II gruppo di Ostia hanno anche rinvenuto diverse schede intestate a clienti dello studio – riguardanti oltre 1.300 pazienti – che verranno, ora, esaminate per gli aspetti fiscali, al fine di ricostruire il giro d’affari del “professionista” che, tra l’altro, risulta aver presentato negli ultimi anni le dichiarazioni ai fini delle imposte sui redditi, dell’IVA e dell’IRAP esponendo compensi dall’importo piuttosto esiguo.

Per l’uomo è scattata la denuncia per esercizio abusivo della professione e falso ideologico, mentre lo studio e l’attrezzatura sono stati sottoposti a sequestro preventivo.