Metro B, un altro stop: caos viaggiatori

0
63

Trasporto pubblico allo sbando a Roma e sul litorale romano. A tutte le ore del giorno e della sera. Gravissimi disservizi hanno interessato ieri mattina decine di migliaia di pendolari sulla Roma-Lido, la linea che collega Ostia con la Capitale, e sulla Fr1, la tratta ferroviaria tra Orte e l’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino.

E nel pomeriggio anche sull’ormai “maledetta” metro B. Dopo un breve stop su tutta la linea, di circa 10 minuti, il servizio della metropolitana dalle 17.15, orario di punta, è stato interrotto sulla tratta Eur Magliana-Castro Pretorio a causa di un guasto «dovuto – secondo l’agenzia per la mobilità – alla caduta della linea aerea alla stazione Garbatella». Otto stazioni sono state interessate dall'interruzione terminata solo intorno alle 19.30. Il servizio è restato operativo tra Eur Magliana-Laurentina, e viceversa, e Castro Pretorio-Rebibbia/Conca d'Oro. Lungo il tratto interrotto sono stati predisposti dei bus sostitutivi. Ma la situazione è risultata comunque incandescente e tutt’altro che risolta perché migliaia di viaggiatori si sono riversati in strada alla ricerca di un mezzo di trasporto di superficie.

Per contro, i bus intorno alla stazione della Garbatella non si sono fermati alle paline perché già stracolmi. Un delirio. Scene che sono però, purtroppo, diventate consuete.

«L’ennesimo stop della metro B rappresenta una vergogna per Alemanno ed è anche la dimostrazione del pessimo modo con cui questa giunta fallimentare ha tentato di governare per cinque anni la Capitale d’Italia», dichiara Marco Miccoli, segretario Pd Roma. «Mai si erano registrati tanti incidenti e blocchi sulla rete sotterranea romana ed è evidente che durante questi anni non è stata fatta alcuna opera di manutenzione. La città cade a pezzi, la metropolitana anche, ma da Alemanno assistiamo solo a genuflessioni verso il suo padrone Berlusconi», conclude Miccoli.

«Questa estate Alemanno promise che da settembre non si sarebbero verificati più blocchi sulla metro B. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: la metro B (ma anche la metro A e la Roma-Lido) è praticamente sempre ferma. Un’altra promessa non realizzata da parte del peggior sindaco che Roma abbia mai avuto», interviene il consigliere regionale Pd, Enzo Foschi. Commentando i ritardi di 50 minuti di ieri mattina sulla Fr1, che hanno costretto turisti e uomini d’affari a perdere il volo, Esterino Montino, capogruppo Pd alla Regione Lazio e candidato sindaco alle primarie di Fiumicino, ha detto: «Si fa prima a raggiungere Milano da Fiumicino che a raggiungere l’aeroporto da Roma: lo sanno bene i pendolari, i lavoratori o i semplici viaggiatori che stamattina hanno preso il treno regionale».

Disastro anche dalla Roma-Lido, che ha subito una riduzione delle corse dal 2006 ad oggi. Adesso, se tutto va bene, nella rush hour c’è un treno ogni 10 minuti contro i 7 di sei anni fa. La flotta può contare su 13 convogli che però non sarebbero adeguati a viaggiare a cielo aperto. Nel triennio 2009/2011 le corse sono scese da 1.515 a 484 mentre i treni giornalieri in dotazione sono diminuiti da 28 a 13.

Maria Grazia Stella