Ponte Milvio regno dell’antiquariato

0
46

Per gli appassionati di antiquariato è un indirizzo imperdibile, una sorta di luogo sacro dove almeno una volta nella vita gli amanti dell’antico devono recarsi in pellegrinaggio. Il mercato di ponte Milvio, il più rinomato di Roma, è il primo del genere nato in città e rappresenta ormai da quasi vent’anni una pietra miliare per cittadini e commercianti non solo capitolini ma di tutto il centro Italia.

Ogni prima e seconda domenica del mese, in una cornice molto suggestiva, sono centinaia le persone che affollano gli stand a caccia dell’oggetto giusto da acquistare e poi rivendere nel proprio negozio o da esporre in casa e da mostrare con orgoglio ad amici e parenti. L’area su cui si estende il mercato, sulla quale si erge la torretta Valadier, inizia sul lato destro di ponte Milvio, prosegue lungo via Capoprati e raggiunge il ponte Duca D’Aosta, parallelamente alla pista ciclabile. Passeggiare tra le bancarelle in questo tratto di lungotevere significa fare un tuffo nel passato tra oggetti d’epoca, rarità, mobili antichi, bigiotteria firmata, modernariato, abbigliamento e accessori vintage, pizzi e merletti. Per chi sa ascoltare, ogni articolo ha una storia da narrare.

Ed è proprio la fitta trama di racconti che si cela dietro ogni oggetto a esercitare quel fascino irresistibile di cui è ammantato il mercato di ponte Milvio. Oltre agli antiquari e ai rigattieri, numerosi sono gli artisti che fanno di questo appuntamento domenicale una preziosa vetrina per le loro opera. Pittori, scultori, decoratori, artigiani, disegnatori: ecco il variegato mondo che ruota intorno a questa realtà capitolina divenuta ormai una solida tradizione.