Cartelloni selvaggi Un disastro ecologico

0
54

E' di nuovo altissima la tensione sul sempre delicato e caldo tema dei cartelloni pubblicitari. Ieri il vicepresidente della Commissione Ambiente Athos De Luca ha organizzato una conferenza stampa con le associazioni e i comitati “Basta Cartelloni”, “Cittadinanza Attiva” e Vas in cui ha snocciolato i numeri in suo possesso e ovviamente ha chiamato in causa la «propaganda sul decoro e la lotta all’abusivismo e all’illegalità della Giunta Alemanno». Secondo De Luca negli ultimi cinque anni la città è stata «devastata dalla installazione selvaggia e abusiva di migliaia di impianti pubblicitari, se ne contano ad oggi circa 60 mila, grazie alla “sanatoria” adottata dal Comune in base alla quale con una semplice autocertificazione a pagamento della tassa pubblicitaria, le ditte possono installare i propri impianti». A questo, aggiunge l'esponente Pd, si deve aggiungere la «inconsistente azione di repressione del fenomeno abusivo, con rimozioni simboliche “una tantum” degli impianti e la mancata applicazione delle norme del regolamento e del Codice della strada, malgrado vi siano stati anche gravissimi incidenti di mezzi finiti contro i cartelloni abusivi. Da una stima molto vicina alla realtà – rimarca De Luca -, più del 70% degli impianti pubblicitari a Roma è installato in violazione del Codice della strada e delle distanze previste dal regolamento».

De Luca ricorda poi la bocciatura, da parte del Comune, della raccolta firme presentata dai cittadini sul tema e rimarca «l'assoluta inadeguatezza del Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari (Prip), privo di scadenze e obbiettivi precisi, che rinvia tutto ai piani di localizzazione, per i quali non vi sono scadenze nè regole chiare. Un Piano che non contempla la inderogabilità ai vincoli paesaggistici e al Codice della strada, non riduce drasticamente il muro degli impianti, non prevede rigorose norme transitorie».

De Luca propone invece l’azzeramento di tutte le concessioni e il ricorso a gara pubblica per le nuove concessioni; l’oscuramento immediato con la scritta del Comune “Manifesto abusivo”, di tutti gli impianti irregolari e/o abusivi. «Il nostro slogan – sottolinea l'esponente Pd – anche per riqualificare e valorizzare il mercato pubblicitario, che oggi è stato declassato e inflazionato, è “pochi piccoli e belli”, come in tutte le grandi capitali europee». E mentre ricorda che il Pd ha promesso dura battaglia in Consiglio Comunale se Alemanno e Bordoni cercheranno di portare in discussione questo Piano, De Luca dà notizia di aver ricevuto «una denuncia intimidatoria, per diffamazione e danneggiamento, a causa della rimozione di un cartellone, malgrado l’impianto fosse abusivo e fosse stato distrutto anche un albero che oscurava la pubblicità. Questo dà l'idea dell'arroganza delle 450 ditte pubblicitarie, nate a Roma. La squallida vicenda – conclude De Luca – si è risolta con la rimozione dell’impianto, la diffida del Comune e una controdenuncia da parte mia». Sempre ieri il presidente della Commissione Commercio e Attività Produttive di Roma Capitale, Ugo Cassone (Pdl), ha ricordato che l'approvazione del Prip «deve essere una priorità» e ha invitato il capogruppo del Pd Umberto Marroni «a metterci la faccia, condividendo il percorso amministrativo di questo provvedimento portandolo in Aula. Il lavoro che abbiamo condotto sul settore delle affissioni – ha spiegato Cassone

– mette mano a una vicenda abbandonata a se stessa dalle passate amministrazioni di sinistra. Con il Prip si prevedono una serie di interventi e regolamentazioni che consentiranno di andare oltre la disorganizzazione ereditata, mappando pubblicamente gli impianti ammessi su tutto il territorio, prevedendo la predisposizione dei

È SUCCESSO OGGI...

Terribile incidente: due automobilisti travolti da un furgone

Grave incidente questa mattina sulla via del Mare, all'altezza del km 14,200 km a Roma. Due automobilisti, un uomo e una donna, si erano accostati dopo aver fatto un incidente ed erano usciti dai...
A1

Gli cade addosso vaso da giardino: muore bimbo a Guidonia

Si è arrampicato su un muretto nel giardino della sua abitazione a Guidonia quando un vaso da giardino gli è caduto addosso. E' accaduto a Guidonia. La vittima, un bambino di 5 anni, è stato immediatamente soccorsa...

Colleferro, da aprile di nuovo in funzione il termovalorizzatore

L’Ama ha dato l’ok alla rigenerazione (“revamping”) della seconda linea di termovalorizzazione  di Colleferro che sarà attiva almeno  fino al 2022. L’operazione era stata bloccata alla fine dello scorso anno dall’ex presidente di Ama, recentemente dimissionata, Antonella...
cerveteri Annalisa Belardinelli Alessio Pascucci

Cerveteri, Annalisa Belardinelli e Alessio Pascucci: il “faccia a faccia”

di ALBERTO SAVA L’astensionismo è in assoluto il primo partito a Cerveteri. E se le migliaia di elettori che si sono tenuti lontani dalle urne al primo turno decidessero di andare a votare? Un auspicio...
Controlli dei Carabinieri

Roma, arrestato rapinatore di farmacie e supermarket

Arrestato un 38enne romano ritenuto responsabile di quattro rapine a mano armata ai danni di esercizi commerciali e farmacie del quartiere Alessandrino avvenute tra i mesi di agosto ed ottobre 2016. I carabinieri della...