Riscuote per 14 anni la pensione della madre morta

0
23

Per ben quattordici anni ha riscosso indebitamente la pensione della madre deceduta. Per tale motivo una settantenne romana è stata denunciata a piede libero dai carabinieri di Torpignattara per truffa ai danni dello Stato.

La donna, pensionata da anni e con due figli, non si accontentava della sua pensione ma riscuoteva ancora le pensioni sociale e di invalidità intestate alla madre morta nel 1998 dell’ammontare di 994 euro, senza aver mai presentato la comunicazione dell’avvenuto decesso alla sede locale dell’Inps. Tutto ha inizio quattordici anni fa, con la morte dell’anziana madre della donna.

Quest’ultima sbriga con diligenza le diverse formalità legate al decesso, tranne una: comunicare all’istituto di previdenza l’accaduto e far conseguentemente scattare il blocco dei versamenti. L’Inps continua pertanto a versare regolarmente la pensione che viene altrettanto regolarmente incassata dalla figlia della pensionata deceduta.

Il meccanismo va avanti per quattordici anni, fino al momento in cui i carabinieri, attivati dalla segnalazione di alcuni dipendenti di un ufficio postale della capitale, al termine di accertamenti, appostamenti e pedinamenti, hanno denunciato alla Procura di Roma la donna poiché la stessa riscuoteva gli emolumenti grazie alla delega in precedenza rilasciata dalla madre. Il danno causato alle casse dello Stato si aggirerebbe, secondo un calcolo approssimativo, intorno ai 112mila euro.