Cassia, nascondeva una pistola in casa e due in giardino

0
58

Grazie all’attività di controllo e monitoraggio delle persone con precedenti penali, soprattutto per reati contro il patrimonio, che è stata intensificata in questi giorni che portano alle festività natalizie e di fine anno per scongiurare eventuali episodi di illegalità, i carabinieri hanno rintracciato e arrestato un pregiudicato romano di 42 anni.

Dovrà rispondere dell’accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo. I militari, avuto sentore durante gli accertamenti che l’uomo, nonostante i suoi precedenti, potesse perseverare in attività illegali, hanno deciso di seguirne gli spostamenti.

Dopo aver documentato assidui rapporti con altri soggetti già conosciuti alle forze dell’ordine, i carabinieri hanno deciso di approfondire le verifiche sul suo conto: durante una perquisizione scattata nella sua abitazione, i militari hanno rinvenuto tre pistole illecitamente detenute tra cui due calibro 38 special, una semiautomatica clandestina, un silenziatore e il relativo munizionamento.

Le prime due erano state maldestramente sotterrate nel giardino della casa del pregiudicato mentre la terza era stata nascosta in un’intercapedine ricavato ad hoc in una parete del suo appartamento di via dell’Arrone.

Le armi sono state inviate al laboratorio della Sezione Balistica del R.I.S. di Roma, i cui accertamenti sveleranno se le pistole siano, o meno, ricollegabili a passati eventi criminosi. Il 42enne, invece, è stato associato al carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria.