Ladispoli, Zingaretti inaugura nuovo istituto alberghiero

0
27

Ventitre aule didattiche normali, 2 laboratori di cucina dotati di spogliatoi studenti, 2 laboratori office e per attività di servizio a tavola dotati di un locale deposito. E ancora: 2 laboratori attività di ricevimento e back office, magazzino derrate alimentari, un laboratorio pasticceria, uno per i drink e una sala piccole colazioni, un laboratorio informatica e uno di inglese.

È stato inaugurato questa mattina a Ladispoli dal presidente Nicola Zingaretti e dall’assessore alle Politiche Scolastiche, Paola Rita Stella, il nuovo istituto polifunzionale alberghiero. L'edificio si articola su tre piani e al suo esterno, a breve, partirà anche la realizzazione di un palazzetto per lo sport interamente a disposizione degli studenti. L'istituto è stato dotato di un piano attico caratterizzato ad est da una pensilina in cui sono integrati architettonicamente i pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

Il progetto è stato improntato con criteri di bioedilizia e di efficienza energetica finalizzati a realizzare un intervento che tenesse in considerazione esigenze di sostenibilità ambientale, l’uso di energie alternative, il benessere ambientale e il risparmio energetico.

«Questa – ha detto Zingaretti – è una giornata importante non solo per voi, ma per tutta la provincia e la comunità. Siamo orgogliosi che in un momento di crisi così drammatica Ladispoli possa ospitare una delle scuole più belle e moderne d'Italia, non a caso costruita qui, per dotare il territorio di una reale prospettiva di sviluppo. Se si reagisce e si smette di essere pigri – ha proseguito ancora – le cose possono cambiare: aprire un istituto alberghiero qui è un investimento verso il futuro e un modo per guardare al futuro delle giovani generazioni e non solo».

«Consegniamo a Ladispoli una struttura che saprà mettere in comunicazione scuola e territorio, un edificio all’avanguardia sia dal punto di vista architettonico che da quello del rispetto ambientale e del risparmio energetico – ha spiegato Stella – Una struttura di cui Ladispoli aveva bisogno e che ci auguriamo verrà utilizzata al meglio».