Scienza, morta a Roma Rita Levi Montalcini

0
17

E' morta ieri la senatrice a vita Rita Levi Montalcini. Premio Nobel per la medicina nel 1986, la neurologa e senatrice a vita si è spenta nella sua abitazione a Roma in via di Villa Massimo, a due passi da Villa Torlonia. Aveva 103 anni ed era nata a Torino. Oggi, dalle 13.30 alle 21, sara aperta la camera ardente al Senato per l’ultimo saluto.

Unanime il cordoglio del mondo scientifico e politico. "Ha saputo unire l'eccellenza della ricerca con una forte passione civile. Le sue parole e la sua opera di scienziata e di donna delle istituzioni sono e resteranno un esempio per tutti. Davvero, come recita la Costituzione a proposito dei senatori a vita, ha reso più illustre la nostra Patria agli occhi del mondo intero", ha detto il ministro della Salute Renato Balduzzi.

Per Luigi NIcolais, presidente del Cnr, "nella sua lunga intensa vita ha testimoniato con straordinaria lungimiranza e fermezza il valore e l'importanza della ricerca scientifica". Ha detto il ministro della Ricerca Francesco Profumo: "Con la scomparsa della professoressa Montalcini l'Italia perde un testimone importante della ricerca scientifica ma anche dell'impegno civile e politico del Paese. La lunga vita della scienziata è stata interamente segnata dalla sua caparbia determinazione nel perseguire gli obiettivi prefissati".

Nicola Zingaretti, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione,  la ricorda come "una delle figure più illustri del nostro Paese che con il suo infaticabile impegno nella ricerca scientifica ha dato lustro all'Italia in tutto il mondo". "La scomparsa di Rita Levi Montalcini è un gravissimo lutto non solo per la città di Roma e per l’Italia, ma per tutta l’umanità. Una persona che ha rappresentato la coscienza civile, la cultura e lo spirito di ricerca del nostro tempo e che ha saputo mettere insieme il rigore scientifico col massimo livello di umanità. Tutta Roma è addolorata per questa tristissima notizia", ha dichiarato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Per il presidente dimissionario dell Regione, Renata Polverini, “con Rita Levi Montalcini l'Italia perde una personalità straordinaria, una donna e una scienziata orgoglio del nostro Paese in tutto il mondo".