Circo Orfei, vietato lo show con gli animali

0
29

Ciampino batte circo Orfei con un netto 2-0. A stabilirlo, secondo quanto riporta una nota stampa diffusa dall’Ente ciampinese, è una sentenza del Tar del Lazio, sezione seconda bis, che «ha respinto il ricorso presentato dal circo “Amedeo Orfei di Lino Orfei” che chiedeva l’annullamento del regolamento a tutela e rispetto degli animali approvato qualche tempo fa dal Consiglio comunale».

La nota azienda circense sosteneva che il documento fosse in contrasto con le vigenti normative in tema di spettacoli, adducendo diversi vizi specifici nel testo, in particolare nella parte in cui vieta l’utilizzo degli animali negli spettacoli circensi, nonché il loro utilizzo per la pubblicizzazione di eventi di intrattenimento. Inoltre, l’azienda aveva chiesto un risarcimento danni per non aver potuto utilizzare gli animali in suo possesso nel corso degli spettacoli dal 16 novembre al 16 dicembre. Nulla di tutto questo è stato concesso dal Tar e, stando così le cose, il circo Orfei dovrà anche sborsare 2.365 euro di contravvenzioni elevate dal comando di polizia locale sia per l’utilizzo non consentito degli animali, sia per diverse affissioni abusive, sia per l’attività di somministrazione non autorizzata.

Ovviamente orgoglioso il commento del sindaco di Ciampino Simone Lupi: «La sentenza del Tar conferma la bontà del nostro regolamento, tra i pochi del genere nell’intera regione Lazio, che recependo le linee guide della Provincia di Roma ha come obiettivo quello di promuovere il benessere degli animali che vivono in città, favorendo allo stesso tempo la corretta convivenza tra uomo e animale, anche in funzione del rispetto dell’ambiente, dell’igiene e della sanità pubblica».

Il Comune nella nota ricorda infine che lo scorso 16 novembre l’ufficio Attività produttive rilasciò l’autorizzazione all’attività circense, ma nello stesso giorno il comando di polizia locale dispose un’accurata ispezione congiunta con il servizio veterinario della Asl al termine della quale i titolari del circo furono diffidati dall’utilizzare gli animali in rispetto del regolamento comunale. «Ma il 6 dicembre – sostiene il Comune – sono state accertate durante uno spettacolo sia l’utilizzo di diversi animali (elefante, zebre, coccodrilli, serpenti, lama, pony, dromedari), anche in condizioni climatiche proibitive, sia l’attività non autorizzata di somministrazione bevande e alimenti al suo interno».

tipo