Perseguitava l\’ex compagna con telefonate, messaggi e pedinamenti

0
64

E’ stato l’ultimo episodio a far scattare le manette nei confronti di un 39enne romano. L’uomo, aveva instaurato un clima di persecuzione continua, con minacce e ingiurie nei confronti della ex compagna.

All’origine di questa situazione – come poi raccontato dalla vittima ai poliziotti – ci sarebbe la non accettazione da parte dell’uomo della fine della loro relazione. L’intervento della polizia è stato richiesto ieri sera dalla donna. Appena salita in macchina, infatti, si è accorta di essere nuovamente seguita dal suo ex-compagno; dopo pochi minuti l’uomo l’ha costretta ad accostare e fermarsi.

Una volta sceso dalla sua auto ha poi cominciato a battere i pugni su quella della donna, che impaurita ha telefonato al “113”. Sono stati gli agenti del reparto volanti a fermare l’uomo visibilmente agitato.

La donna ha raccontato agli investigatori di averlo già denunciato altre volte e che ormai telefonate, messaggi, pedinamenti a qualsiasi ora del giorno e della notte si ripetevano con sistematica regolarità. Al termine degli accertamenti l’uomo, L.D., 39enne romano, è stato arrestato per stalking e condotto presso il carcere di Regina Coeli.