«Personale malato» pendolari a piedi

0
21

Perturbazioni, ritardi e soppressioni di corse ieri sulla tratta urbana Flaminio-Montebello della ferrovia Roma-Civitacastellana-Viterbo. Il ritorno al lavoro dopo le festività ha significato per i pendolari del quadrante nord della città una nuova giornata di passione. Che potrebbe ripresentarsi anche nei prossimi giorni.

La causa, infatti, sarebbe la «Mancanza di personale di condotta e scorta treni dovuta a concomitanti assenze per malattia e "malattia bambino"». Lo comunica la società di trasporti Atac che «Si riserva di effettuare una approfondita indagine al fine di verificare se vi siano, oltre a quelle effettivamente addotte per la giustificazione, altre cause che hanno dato origine alle assenze».

Critiche alla gestione dei trasporti sono arrivate dal consigliere Pdl di Roma Capitale Ugo Cassone. «Chiederò – ha detto – la convocazione della commissione mobilità di Roma Capitale per analizzare tale situazione». Soltanto venerdì, la stessa azienda aveva annunciato «l’anticipo delle partenze del mattino da Flaminio e da Montebello» e «un treno in più sul percorso extra-urbano e l’aumento di quattro corse nella tratta Viterbo-Vignanello-Civitacastellana».

Questi cambiamenti sarebbero osteggiati dai lavoratori e secondo alcune indiscrezioni sarebbero la causa di questa azione pianificata dai lavoratori per provocare disagi.